Il cammino di Santiago

Il cammino di Santiago
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Ritrovare la spada per essere maestro RAM è l'obiettivo che Paulo si è posto. Per raggiungerlo, deve intraprendere il percorso che lo porterà a Santiago de Compostela, uno dei luoghi di pellegrinaggio religioso per eccellenza. È a Saint-Jean-Pied-de-Port che inizia il cammino, in casa di Madame Debrill, la donna che lo benedice e gli indica come trovare la sua guida. Ingannato inizialmente da un personaggio fuorviante, Paulo riconosce la voce della sua guida, il saggio Petrus, tramite una frase di rito. Per poter diventare un maestro RAM, Paulo da lì in poi dovrà spogliarsi di tutte le complicanze e le sovrastrutture - spesso inutili - che la vita quotidiana gli mette davanti, tramite le cosiddette pratiche di RAM: dall'esercizio della semente, simbolo di una rinascita e necessario per sentirsi sempre vincente di fronte un cammino impervio, all'esercizio dell'ascolto e l'esercizio dell'acqua (gesti senza logica alcuna in una pozza d'acqua levigata e poco assorbente) per risvegliare l'intuito, passando per l'esercizio della velocità: camminare per un'ora ad una velocità ridotta della metà rispetto a quella a cui è solito andare affinché la lentezza aiuti a percepire e valorizzare suoni, immagini e profumi intorno a sé. Ma la strada per arrivare alla spada non è fatta solo di esercizi, ma anche di una presa di coscienza personale...

È il 1986 quando Paulo Coelho compie realmente il pellegrinaggio verso Santiago ed è l'anno successivo quando dà luogo alla stesura di questo libro con il titolo originale di O diario de um mago. Le peculiarità sia di Santiago de Compostela sia del cammino che i pellegrini fanno per raggiungerlo hanno permesso all'Unesco di nominarlo patrimonio dell'umanità dal 1985. Il romanzo di Coelho illustra il cammino personale fatto insieme alla guida spirituale Petrus tramite dialoghi e incontri e descrizioni piuttosto dettagliate sia dei luoghi che attraversano sia degli stati d'animo che pervadono lo spirito del protagonista in un crescendo che è percepibile dal lettore pagina dopo pagina, anche se non è raggiunto un vero e proprio culmine stilistico. I dialoghi restano comunque semplici e comprensibili anche ad un bambino... almeno all'apparenza! Nella sostanza, forse, neanche il protagonista stesso sa cogliere le sfumature e il fatto che spesso lo dica palesemente lo rende apprezzabile umanamente, alla portata di tutti. Ogni capitolo potrebbe segnare un passo in avanti verso l'obiettivo che si è prefissato il pellegrino – scrittore, ma senza nascondere le difficoltà del Paulo creatura umana, dove i vizi e i difetti lottano quotidianamente con pregi e virtù. Da molti definito fin troppo banale, da altri troppo esoterico e poco realista, Il cammino di Santiago, insieme L'alchimista, ha consacrato al successo un autore ora conosciuto in tutto il mondo, le cui opere sono state pubblicate in più di centocinquanta paesi e tradotte in almeno settanta lingue. Se ne dica quel che se ne dica.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER