Il disco

Il disco
La musica accompagna l’avventura dell’uomo sin dalla notte dei tempi. Era proprio lo zio Friedrich (Nietzsche) che diceva che “la vita senza musica sarebbe un errore”.  Ma non sempre è stato possibile ascoltarla a piacimento mettendo su un disco, un compact disc o un mp3. La musica, prima, andava per forza fruita dal vivo. Poi l’ingegno di Edison inventa il fonografo, strumento incredibile in grado di registrare e riprodurre musica su cilindri di cera. È l’inizio di una rivoluzione che ancora oggi è in corso: L’otto (o il nove) agosto 1898  viene prodotto il primo, glorioso, disco e da quel momento le cose non saranno più come prima:  arriva la radio, il jukebox,  e altri supporti come le musicassette, i CD  fino ad arrivare al moderno e  impalpabile mp3. E chissà cosa ci riserva il futuro...
Luca Cerchiari, musicologo e autore di una corposa produzione di saggi sulla musica, conosce bene le vicende relative alle sette note  e sceglie di tracciare questa singolare storia del supporto musicale descrivendo   un viaggio attraverso il mondo - prima, durante e dopo -  la stagione del disco vinilico, ritornato oggi in auge come vero e proprio cimelio vintage e di culto. E non parla solo di tecnologia e del suo inevitabile  sfruttamento economico: Cerchiari ci mostra il lungo viaggio dei supporti musicali attraverso la guerra, le invenzioni parallele come radio e jukebox, l’era digitale, puntando sempre l’attenzione  su  come la tecnologia dell’intrattenimento musicale abbia influenzato le nostre vite e il modo di fruire, e quindi godere, della musica stessa. Un tributo d’amore verso l’arte dei suoni e sul rapporto dell’ uomo con essa, un viaggio storico e sociale che approfondisce il nostro rapporto con uno degli aspetti (e bisogni)  più universali della natura umana: l’amore per le sette note.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER