Il figlio di Ramses – La tomba maledetta

Il figlio di Ramses – La tomba maledetta

Menfi, regno di Ramses II, detto Il Grande. È un momento di pace e prosperità dopo che il faraone ha riportato la grande vittoria militare in Nubia; finalmente adesso può dedicarsi a ciò che gli sta a cuore davvero, rendere più belle le città d’Egitto e rafforzare alleanze fondamentali. Il suo primogenito, Ramesse, ha guidato l’esercito e si è dimostrato valoroso e coraggioso. Quanto è diverso da suo fratello minore, Setna, che pure ha avuto modo di distinguersi durante il combattimento, nonostante non ami la guerra e la violenza. La sua indole mite da studioso si addice piuttosto alla paziente attività di scriba, ovvero trascrivere i geroglifici, “le parole degli dei”, sotto la guida di un severo maestro del tempio, e favorisce l’unica ambizione di diventare al più presto sacerdote del dio Ptah. Non ha mai pensato ad altro Setna, fino al giorno in cui il suo sguardo ha incrociato quello della bella Sekhet, figlia del supervisore dei granai reali. La ragazza serve nel tempio della terribile dea leonessa Sekhmet per perfezionare l’arte della medicina che già esercita con passione. La sua bellezza non è passata inosservata a corte e il generale Ramesse ha chiesto la sua mano. Ma in Egitto non è consentito imporre il matrimonio ad una donna e la ragazza non ha alcuna intenzione di sposare l’arrogante primogenito reale, nemmeno per favorire le ambizioni paterne che puntano al Ministero dell’Economia. E adesso che sulla sua strada è capitato Setna tra loro è stato colpo di fulmine. Come la prenderà Ramesse? Non bene, certo, ma gli odi, le gelosie e gli intrighi di corte devono essere messi da parte ora che un pericolo minaccia l’Egitto. Un mago nero ha violato un segreto terribile e si è impadronito del vaso di Osiride dove è contenuta una forza spaventosa che non può cadere in mani malvagie. Non sono serviti i sortilegi che lo proteggevano all’interno della tomba maledetta custodita da guardiani guerrieri. Il Male sta per riversarsi sui Due Regni se qualcuno non trova il mago in tempo. A chi potrà chiedere aiuto Ramses? Quale dei due figli sarà in grado di difendere l’Egitto?

Dopo quasi vent’anni dal clamoroso successo da 35 milioni di copie vendute della saga de Il romanzo di Ramses – che dal 1995 fu pubblicata in cinque volumi – torna Christian Jacq, il celebre egittologo francese che a tredici anni nella biblioteca di famiglia scoprì l’antico Egitto e scelse di farne il centro della propria esistenza. Il protagonista di questa nuova quadrilogia è il figlio secondogenito del grande faraone (Ramses fu il terzo sovrano della XIX dinastia, regnò dal 1279 al 1212 a.C. e fu lo sposo di Nefertari), uno scriba mite e generoso che non si tira indietro davanti al pericolo pur di difendere il suo Paese, combattuto tra l’amore per lo studio e la scoperta improvvisa di un sentimento meno prosaico. La scrittura, che – occorre dirlo – non ha un grande valore letterario, è sempre quella tipica di Jacq, molto semplice e lineare, con il grande pregio di scorrere così rapida e fluida che il lettore si ritrova a finire il libro senza quasi rendersene conto. Eppure la trama venata di giallo (ma piuttosto in senso magico e sovrannaturale) è ricchissima, come sempre, di informazioni attente e interessantissime sulla storia, i costumi, i cibi, il complesso mondo sacro di questa affascinante civiltà che una volta nella vita, soprattutto da ragazzi, ha fatto sognare ognuno di noi. Un mare di notizie e curiosità che soltanto uno studioso di questo calibro può utilizzare con tanta padronanza e familiarità. Le descrizioni sono coinvolgenti e impeccabili, i dialoghi piacevoli, i capitoli brevi e conclusi ognuno da un piccolo disegno, ad esemplificare e spiegare un particolare legato ai geroglifici o all’iconografia egizia. In questo primo volume c’è tanta magia e tanta passione e ci sono anche ambizione, invidie e intrighi di corte. Cosa volere di più da un romanzo del genere? Soltanto che il prossimo già in arrivo sia all’altezza.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER