Il Gambero Rozzo 2008

Il Gambero Rozzo 2008
Una guida alle trattorie e alle osterie d'Italia che si prefigge il compito di recuperare il gusto del mangiar bene segnalando una nutrita serie di locali, sparsi su tutta la penisola, in cui ritrovare i sapori genuini della tradizione gastronomica regionale del 'Belpaese'. Tutto questo senza l'ausilio di classifiche e graduatorie e senza essere necessariamente obbligati a spendere una buona fetta del proprio stipendio. In questa terza edizione, grazie anche alle segnalazioni dei lettori, gli indirizzi inclusi nella guida, suddivisi per regione in ordine alfabetico (dall'Abruzzo al Veneto), sono arrivati a più di 1200...
Le librerie ormai pullulano di guide gastronomiche di ogni tipo. Nonostante ciò spesso le si compra più per abitudine che per reale bisogno e di conseguenza le si usa pochissimo. A volte la guida viene riposta e dimenticata nella tasca portaoggetti della propria automobile, con la remota speranza di poterla consultare alla bisogna non appena si decide, magari all'ultimo momento, di partire per un weekend fuori porta con la famiglia o la morosa. Il guaio è che poi, giunti finalmente alla meta prescelta, si apre la guida e ci si ritrova sotto gli occhi una sfilza di locali contraddistinti esclusivamente da un cospicuo numero di forchette, cappelli o quant'altro, che spesso non aiutano affatto a capire qual è il ristorante in grado di soddisfare il nostro palato senza obbligarci, al contempo, ad accendere un mutuo. Se quindi siete stanchi delle solite guide Il gambero rozzo è quella che fa per voi: vuoi perché racchiude alcune della osterie e trattorie d'Italia «dove la cucina è dedizione, è cultura, è amore per il territorio», vuoi per l'assoluta leggibilità che la avvicina quasi a un'opera letteraria. La prosa appassionata dell'autore, infatti, rende questa guida (o meglio, questa 'anti-guida') un piacevole unicum rispetto alle altre pubblicazioni del settore, spesso più simili a un elenco del telefono che a un prezioso vademecum per i cultori della cucina più genuina. Grande merito va dato quindi a Carlo Cambi, giornalista ed enogastronomo di lungo corso, per aver concepito questo Gambero Rozzo', giunto con meritato successo al terzo anno di pubblicazione, con l'intento di testimoniare, nonostante il successo mediatico e l'invadenza dei ristoranti più alla moda, l'esistenza, il valore e la vitalità della cucina territoriale e dei piatti della tradizione. Tradizione che vive ancora grazie al quotidiano impegno di cuochi (quando non di intere famiglie) non 'astrusi' che contribuiscono, senza troppo clamore, a tenere alta la bandiera della buona cucina al giusto prezzo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER