Il giardiniere del signor Darwin

Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Thomas Davies ha lo sguardo sempre verso il basso. La vita non è stata generosa con lui: sua moglie è morta prematuramente lasciandolo solo con i loro figli. Disabili. Cathy, mente di bambina e mani svelte, si prende cura della casa e del fratello John, mentre il padre è perso nei suoi pensieri: il silenzio delle piante lo cattura e stimola in lui riflessioni inedite. Ma la mente corre sempre alla sua Gwyn e a come la morte se le sia portata via ingiustamente. È il giardiniere di Charles Darwin, a cui Thomas è molto legato. Il signor Darwin è per lui un punto di riferimento, un luminare, la luce nella sua scura vita. È domenica e Thomas non lavora. Eppure si dirige a passo sostenuto verso Down House. Tutti gli altri abitanti sono in chiesa, come di consueto. A rivendicare il loro posto in paradiso, la bontà delle loro scelte, mostrando disprezzo per chi ha fatto del peccato una scelta: la “teologia del villaggio” non perdona. Abbracciare le teorie scientifiche è sfidare Dio e tutti sono convinti che Thomas si sia meritata la sua sorte perché Gli ha voltato le spalle. Thomas è diverso da loro e diventa occasione per sfogare tutta la rabbia repressa: nel villaggio non c’è molto da fare né da divertirsi, le voci corrono di bocca in bocca arricchendosi di nuovi particolari. Il bersaglio è individuato e deve pagare. Ciascuno ha la sua buona motivazione. E se sono tutti colpevoli, nessuno lo è…

Il giardiniere del signor Darwin, secondo romanzo di Kristina Carlson, scrittrice e giornalista finlandese, ottiene un premio al “Kirjallisuuden valtionpalkinto”, il più antico riconoscimento letterario finlandese e la candidatura all’International Dublin Literary Award nel 2015, posizionandosi tra i finalisti. Spaccato ironico e brillante dell’Inghilterra vittoriana, legata ai valori religiosi (e formali) e poco incline ad accettare il cambiamento di prospettiva che viene dalla scienza. Partendo da riferimenti storici, si sviluppa una trama ricca di stimoli alla riflessione che coinvolgono il lettore nelle domande di senso e lo pungolano ad andare oltre le proprie certezze. La narrazione scorre anche grazie ad uno stile personale e moderno, e una spiccata capacità di rappresentare una cultura collettiva che fa della paura della diversità il pensiero dominante. Nonostante l’ambientazione sia legata a luoghi e tempi ormai lontani, il tema resta assolutamente attuale. Nell’economia del racconto che mostra una struttura corale, ciascun personaggio ha il suo spazio e a ciascuno viene data voce per esprimere i propri pensieri e i propri sentimenti: l’autrice, infatti, riesce con maestria a passare, con continui cambi di focus, dal generale al particolare, dall’esterno all’interno, generando un interessante dinamismo nella lettura.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER