Il gioco grande

 Il gioco grande
31 marzo 2006. Sulle prime pagine di tutti i giornali c'è l'intervista nella quale Salvatore Traina, avvocato da più di vent'anni dell'inafferrabile capomafia Bernardo Provenzano, latitante addirittura dal 1963, afferma "Per me è morto, ed è morto anche da molti anni". 11 aprile 2006. Bernardo Provenzano viene arrestato in un casolare della campagna siciliana. Esiste un nesso tra i due avvenimenti? Quella di Traina era un'illazione, una richiesta di trattative, un via libera alle forze dell'ordine o piuttosto un altro messaggio dal significato oscuro? E perché dopo 43 anni di buio si è arrivati a Provenzano, perché proprio ora 'il fantasma' si è materializzato?
Parte da queste domande l'inchiesta di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza, esperti cronisti dell'ANSA di Palermo, e cercando risposte ripercorre tutta la vicenda della lotta alla Mafia nel dopoguerra, dandone una chiave di lettura sociale e politica e cercando di andare oltre la mera cronaca nera o giudiziaria, fino ad inoltrarsi negli oscuri meandri del potere.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER