Il Libro delle anime

Il Libro delle anime
New York. Il caso “Doomsday” è ormai alle spalle e Will Piper, ex agente dell’FBI, è in pensione. Ha sposato la sua collega Nancy e ora hanno un figlio. A dir la verità la sua vita è diventata un po’ noiosa, ma le cose cambiano quando Henry Spence e Alf Kenyon, due vecchietti che appartengono al “club 2027”, si presentano a casa sua a bordo di un enorme camper. In Inghilterra sta per essere bandita un’asta il cui pezzo forte sembra essere un libro risalente al 1527. Un libro che all’apparenza è un registro di nascite e morti. I due vogliono che Will recuperi il libro e compia alcune indagini su di esso. Il tempo a disposizione è poco, perché Henry Spence sa che deve morire tra alcuni giorni. L’impresa non è semplice perché sulle tracce dell’antico testo si trova anche Malcom Frazier, il capo della sicurezza dell’Area 51. Le indagini di Will lo portano a scoperte sconvolgenti: il libro è l’ultimo superstite di una biblioteca i cui testi sono stati scritti nell’abbazia di Vectis da scrivani autistici dai capelli rossi e gli occhi verdi, non si sa se messaggeri divini o diabolici; libri in cui sono segnate le date di nascita e morte dell’intera umanità a partire dall’VIII secolo dopo la nascita di Cristo fino ad una data che sembra contenere un messaggio apocalittico: il 9 febbraio 2027; libri che fanno parte della biblioteca dei morti…
Un caso editoriale con 280 mila copie vendute solo in Italia nel 2009. Un thriller che mescola esoterismo ed enigmatici meccanismi polizieschi: questo era stato La biblioteca dei morti, romanzo d’esordio dello scrittore newyorchese Glenn Cooper che si era concluso con degli indizi che portavano verso un probabile sequel. Il Libro delle anime porta alla luce alcuni elementi che erano rimasti oscuri nel romanzo precedente, maggiormente incentrato sulla figura del serial killer che faceva strage nelle strade di New York. Qui invece troviamo massicce digressioni storiche inserite per risalire alle origini della biblioteca che contiene il destino dell’intero genere umano, in cui s’incontrano personaggi del calibro di Giovanni Calvino, il grande teologo del Cinquecento che diede vita al Calvinismo, William Shakespeare e Nostradamus, tutti venuti in contatto con il Libro delle anime. Protagonista assoluto rimane Will Piper, chiamato all’ardua impresa di recuperare il libro, svelare gli enigmi in esso contenuto, riuscire a sopravvivere agli agguati di Frazier e mettere in salvo la sua famiglia. Attraverso un ritmo sempre incalzante e senza cali di tensione, Glenn Cooper anche questa volta ha costruito un romanzo che non mancherà di attirare gli amanti del genere e che rappresenta un “must” per chi ha apprezzato il lavoro precedente. Il cerchio si chiuderà con l’attesa trasposizione cinematografica, i cui diritti sono già stati acquistati.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER