Il mondo del Ghiaccio e del Fuoco

Il mondo del Ghiaccio e del Fuoco

Nessuno sa con certezza quando e come abbia avuto origine il mondo e poco si sa sul Tempo dell’Alba, soprattutto perché, per quanto fossero antiche le popolazioni del Mondo Conosciuto che sapevano scrivere, esse sono vissute in un’epoca molto più recente. Maestro Yandel, nato nel decimo anno dell’ultimo re Taegaryen, raccoglie qui tutta la storia – dagli scritti ai racconti dei vecchi, dalle leggende alle credenze popolari – del Mondo Conosciuto, dalla comparsa dei Figli della Foresta fino al regno di re Tommen Baratheon...

Se siete in astinenza da Trono di Spade non potete fare a meno di leggere Il mondo del Ghiaccio e del Fuoco, una vera e propria summa dei luoghi e delle dinastie che calcano la scena di Westeros e delle terre circostanti. Con l’espediente della voce narrante del vecchio Maestro Yandel, Martin ha redatto quello che diventerà un vero e proprio punto di riferimento per il lettori delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Garçia e Antonssen hanno svolto un ruolo determinante nella stesura dell’opera, visto che – da tempo redattori di Westeros.org, il più completo sito dedicato alla saga – sono autentici professionisti del settore, tanto che si vocifera che lo stesso Martin si rivolga a loro in caso di dubbi o piccoli dettagli durante la stesura della saga. Dopo qualche caduta di stile – penso soprattutto a L’arguzia e la saggezza di Tyrion Lannister – finalmente un’operazione editoriale che non puzza di trovata commerciale, ma che anzi costituisce un prequel irrinunciabile alle Cronache. Dalla comparsa dei Figli della Foresta, passando per i Primi Uomini e gli Andali, conoscerete storia, usi, costumi e  leggende talvolta solo accennati nelle Cronache, compresi quelli delle Altre Terre (da Essos e Sothoryos). Un lavoro certosino, con il quale forse Martin ha voluto farsi perdonare per l’attesa prolungata dell’ultimo volume della saga. Le tavole illustrate (frutto di diversi autori), le tabelle riportanti le genealogie di tutte le principali casate, le cartine a colori e la veste editoriale accurata (formato, copertina rilegata e pagine effetto anticato) ne fanno un’opera godibile dal punto di vista narrativo, ma anche proprio bella da vedere.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER