Il mostro degli Hawkline

Il mostro degli Hawkline
1902. Cameron e Greer sono due giovani cowboy che per mestiere fanno i killer. Ma sono sicari davvero sui generis: una volta sono spietati, capaci di far secco un uomo senza nemmeno cambiare espressione della faccia, un'altra volta magari rinunciano a 1000 dollari di taglia solo perché il bersaglio sta insegnando al figlio ad andare a cavallo. Cameron poi ha il vizio di contare qualsiasi cosa, dai cactus lungo la strada ai fiori sulla carta da parati del suo bordello preferito. E' proprio in un bordello di Portland che li trova Magic Child, una misteriosa e sensuale indiana che vuole acquistare i loro servigi per conto della sua padrona, l'enigmatica e bellissima Miss Hawkline, che vive in una casa nella Central County, una zona montuosa a est. Pare che la casa sia infestata da una presenza mostruosa, che i due killer devono estirpare. Il terzetto si mette in viaggio, e Cameron e Greer sono sempre più attratti da Magic Child: è bella, parla forbito come una signorina dell'est e soprattutto fa solo finta di essere indiana: chi è veramente?
Episodio abbastanza atipico della carriera letteraria di Richard Brautigan, malinconico e tormentato esponente di spicco della Beat Generation, questo western gotico-fantascientifico è un vero gioiellino sia per la trama – si tratta di uno dei primi esempi di quella fascinosa commistione tra storie dell'Ovest e altri generi esplorata con successo da scrittori del calibro di Stephen King o Joe R. Lansdale – sia per lo stile di Brautigan, davvero peculiare. Descrizioni brevissime dense di non detto e di allusioni, dialoghi laconici fino al surreale, cinismo ed erotismo sparsi a piene mani: sembra il riassunto stilizzato di un western di Sergio Leone sceneggiato da Ionesco, per dare un'idea. I personaggi sono sfaccettati e ricchi di bizzarrie, i temi dell'identità mutevole e della alterata percezione della realtà sono affrontati con profondità e talento visionario. Hal Ashby negli anni '70 era pronto a girare una versione cinematografica de Il mostro degli Hawkline con Jack Nicholson e Dustin Hoffman: poi tutto è saltato perché Brautigan non ha approvato la sceneggiatura, peccato. Ma se David Lynch mette mano a questo romanzo ne fa il film del secolo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER