Il paradiso di Levon

Il paradiso di Levon

Levon non c’è più, è morto, la chiesa è gremita, mancherà a molti. Il suo funerale ha avuto luogo nella grande Basilica di Santa Giustina. È difficile immaginare la sua assenza perché per lui la morte non era che un passaggio naturale, un passaggio di stato che gli avrebbe permesso di continuare altrove la sua esistenza in compagnia delle creature che in vita lo avevano accompagnato. E infatti ad aspettarlo dall’altra parte due cani scodinzolanti non nascondono la loro immensa felicità nel rivederlo: Carolina ed Agata, le sue amate cagnoline, lo introducono e lo guidano in quel luogo. Ed è un altro cane, una femmina pastore tedesco bianco, che Levon riconosce proseguendo nel suo incedere che gli rivela la presenza del suo amico Andrea. Inseparabili compagni d’avventura, non potevano certo non ricordare i sassi lanciati alla luna, le zingarate per Padova, le chiacchiere, il loro passato. E ancora cani, Boby e Lampo, e ancora amici, come Zio Pippo e Pandora; ricordi, amori, vita, canzoni, versi immortali e tanta musica immersi in una natura incantevole…

Un romanzo delicato e poetico quello che il musicista Carlo Zannetti affida alle pagine, un viaggio nelle emozioni e nei sentimenti più puri in cui trionfano l’amore incondizionato e l’amicizia che va oltre la morte. Levon nome scelto in onore di Levon Helm, lo scomparso batterista della famosa rock band canadese The Band, ci accompagna in un paradiso personalissimo che diventa però specchio del sentire di ogni individuo, un luogo dove ognuno può trovare frammenti della propria vita riconoscendosi in quelle emozioni che sono comuni a tutti gli uomini. Zannetti, attivista animalista convinto, vegetariano, da sempre collabora a sostegno e in difesa dei diritti dell’uomo e degli animali, divide la sua creatività in molti ambiti spaziando dalla musica alla scrittura, alla pittura. Perché “nella scrittura c’è tutto. Nella musica anche e sono simili. Suonando ho imparato ad approfondire sempre, nella scrittura questo mi ha molto aiutato”.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER