Il piatto veg

Con il termine “dieta adeguata” si definisce quel tipo di dieta atta a prevenire le carenze nutrizionali e a fornire l’energia e i nutrienti necessari alla formazione e alla crescita dell’organismo, senza porre limiti superiori alle assunzioni. Nell’immediato secondo dopoguerra vengono formulate le prime linee guida dietetiche della storia, focalizzate esclusivamente sul principio di “adeguatezza nutrizionale”: assumendo cibi che contengano nutrienti critici della dieta – proteine, ferro, calcio, e alcune vitamine – la popolazione viene messa al riparo dalla carenza di tali elementi. Negli anni Novanta un gruppo di nutrizionisti, coordinati dall’università californiana Lama Linda, concorda la produzione della prime linee guida per i vegetariani, individuando i criteri fondamentali ad una dieta fondata sull’assenza di cibi di origine animale: è la “Piramide alimentare vegetariana”, punto di riferimento e partenza per gli anni a venire che dimostra come anche una dieta vegetariana possa contribuire non solo alla costruzione e alla sopravvivenza dell’organismo ma anche al mantenimento dello stato di salute, giocando un ruolo fondamentale sul controllo della genesi delle malattie…

Nel 2005 la dottoressa Luciana Baroni – medico specialista in Neurologia, Geriatria, Gerontologia, con un master universitario in Nutrizione e Dietetica – ha proposto le prime linee guida dietetiche per i vegetariani italiani: la sua VegPyramid è così diventata oggetto di dibattito e aggiornamento, opera che si adegua al continuo mutamento delle conoscenze e degli studi. Così nasce Il piatto veg, vero e proprio vademecum che esplora i benefici di una dieta totalmente priva di carne e il raggiungimento di una piena salute attraverso un giusto equilibrio di nutrienti. Nella prima parte del libro s’insiste proprio sul rapporto tra salute e alimentazione, sull’adeguatezza nutrizionale di una dieta a base vegetale. Nella seconda parte vengono presentati nello specifico i diversi cibi e i gruppi alimentari da utilizzare per realizzare una dieta ottimale atta al raggiungimento di uno stile di vita sano. Nella terza parte le indicazioni trovano compimento attraverso una formulazione di diversi tipi di menu settimanali. In questo modo Il piatto veg diventa un utilissimo strumento per chi voglia approcciarsi per la prima volta ad uno stile di vita diverso, che si fonda su un alimentazione che rinuncia alla sofferenza di altri esseri viventi. Uno strumento che non si serve di proclami e di trincee idealistiche ma di dati, studi, esperienze, metodi scientifici; impreziosito dalla lucida e profonda introduzione di Umberto Veronesi.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER