Il piccolo libro vegano

Il piccolo libro vegano

Cosa spinge a diventare vegani? Si diventa vegani dopo essere stati vegetariani? Diventando vegani si dimagrisce? Se non mangi carne, pesce, uova e formaggi, allora cosa mangi? E il calcio, il ferro e la vitamina B12? E soprattutto, cosa vuol dire essere vegani? Tutto nasce quando Donald Watson, fondatore della Vegan Society, nata a Londra nel 1944, conia il termine “vegan” dalla contrazione della parola “vegetarian”, di cui rimangono solo le prime e le ultime lettere, rimarcando metaforicamente l’inizio e la fine del vegetarianismo. Il vegano è colui che ha deciso di eliminare dalla propria alimentazione tutto ciò che contiene proteine animali, estendendo la propria scelta all’abbigliamento e alla cosmesi. Una scelta etica che va in direzione antispecista, che assume diverse connotazioni a seconda della persona che la intraprende: soprattutto, uno stile di vita consapevole, perché per diventare vegani bisogna essere interessati e preparati a un cambiamento, ad ascoltare i segnali del proprio corpo affinché l’alimentazione possa essere corretta e bilanciata, a immergersi in una concezione tutta nuova dell’approccio al cibo, a sperimentare, quindi, ogni giorno nuove ricette…

Nell’introduzione Serena Ferraiolo, casertana trapiantata a Roma dopo un “breve peregrinare tra città sempre più a sud del mondo” che lavora presso la Fondazione Goffredo e Maria Bellonci, spiega che questo libro “non ha la pretesa di parlare di ‘veganismo’ ma offre spunti e consigli utili a chi vuole avvicinarsi alla cucina e al mondo vegano senza traumi”. Il piccolo libro vegano, pubblicato da Iacobelli nella collana “Piccoli libri”, affronta prima la questione, sempre attuale, della scelta di avviare un percorso alimentare, e non solo, che elimini del tutto le proteine animali. Chi lo fa, di solito, va incontro alle critiche, alle domande di chi vede tale scelta in modo negativo, ancorato a una tradizione per cui è inconcepibile non cibarsi di animali e di derivati. Successivamente propone un vero e proprio percorso culinario utile a chi voglia intraprendere questa scelta in maniera consapevole: una serie di ricette, ingredienti, modi e tecniche di cottura che appartengono alla tradizione italiana e internazionale, e dimostrano che chi diventa vegan non si ciba solo di verdura ma, al contrario, sviluppa una curiosità gastronomica che lo porta a sperimentare e scoprire. Un volumetto, dunque, utile sia a chi vuole cominciare un nuovo percorso alimentare, sia a chi vuole conoscere il mondo vegan senza pregiudizi.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER