Il presente come storia

Il presente come storia

Il senso della storia rappresenta uno dei motivi d’indagine su cui l’uomo contemporaneo si sofferma assai poco nel corso della sua esistenza. Il presente ha vita breve e quasi effimera: la velocità con cui le notizie si alternano ai suoi occhi fa sì che il loro valore rimanga solo nelle increspature superficiali. Quelle che – per dirla con Fernand Braudel – si manifestano nei conflitti visibili, come quelli politici, ben diverse dai movimenti più lenti che avvengono in profondità e provocano le grandi trasformazioni economiche e sociali. Il più valido criterio di lettura del presente storico è quello, dunque, che riesce a individuare il vero motore dei cambiamenti. A risalire il flusso delle epoche – dall’Atene di Pericle alle conquiste di Roma, dal rapporto tra Chiesa e Impero dell’età medievale all’avvento delle tre dittature principali del Novecento – incrociando tematiche solo apparentemente distanti da quelle del nostro tempo. Non mancando, peraltro, di assumere una saggia e accorta distanza da coloro che hanno raccontata la storia al ritmo della loro condizione di vita, dei loro sogni e delle loro illusioni…

Il presente come storia è una gustosa antologia di articoli pubblicati tra il 2002 e il 2013 sulle colonne del “Corriere della Sera” dal noto studioso dell’antichità classica Luciano Canfora. L’intento del libro ci pare quello di promuovere un nuovo modo di leggere il presente alla luce delle sue radici lontane. Un modo di scavare tra le testimonianze che la nostra civiltà è riuscita a conservare nei sotterranei della propria antichità, per portare alla luce un confronto con l’attualità capace di trovare il suo spazio ideale di comprensione. All’interno delle loro rispettive epoche, gli avvenimenti vengono ridotti alla loro autenticità, disegnando un lungo percorso dominato dalla costante tensione egemonizzante delle cosiddette oligarchie. Di quelle forze tra loro piuttosto diverse, ma accomunate dal fatto di essere da sempre al potere e di riuscire a imporre il proprio dominio sull’avvicendarsi dei vari regimi. O anche di tramare incessantemente per abbattere ogni forma di governo democratico. Canfora coniuga, in ogni intervento di questa avvincente raccolta, la grande passione del ricercatore con la capacità di scrivere la storia al di fuori delle categorie cui siamo soliti pensarla. Per cercare di accostare al presente i suoi infiniti richiami.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER