Il sigillo dei Borgia

Il sigillo dei Borgia
Palazzi vaticani, 1492. «Divampano i velluti e le sete purpuree, divampano gli ori e gli argenti. Il vessillo personale del papa si erge sopra a tutto. Roma fa la voce grossa con i cannoni di Castel Sant’Angelo e il nome dei Borgia viene invocato senza sosta nelle piazze»: malgrado ciò, spietato e ambizioso, il potente cardinale spagnolo, Rodrigo Borgia, ora Vicario Supremo di Cristo, immolerebbe anche l’Altissimo pur di apporre il sigillo dei Borgia sul libro della Storia. Incoronato col nome di Alessandro VI sarà l’uomo del Rinascimento. Sua Santità ha difatti grandiose mire politiche e le conquiste in Italia dei Borgia non si faranno attendere. Alte cariche curiali e nomine cardinalizie in vendita garantiranno l’esborso di forti somme di denaro per sostenere le campagne militari dei Borgia e i matrimoni di interesse pensati per i figli prediletti saranno oggetto di sottili atti politici tesi a rafforzare alleanze azzardate. Sul campo del potere il toro dei Borgia è forte e pronto a correre libero da recinti. Miguel Corella indosserà la maschera e defilato agirà per i Borgia di cui sarà il boia. L’omicidio è una macchia sul nome della famiglia, «chi li conosce perde la propria anima o muore». Eppure l’irriverente Juan, l’imperscrutabile Cesare, la bellissima Lucrezia e l’imprevedibile Jofrè non agiranno propriamente da pedine mosse dal padre. Rodrigo Borgia ha tuttavia le chiavi di San Pietro e la spada di Costantino; ciò basterà perché quel Dio di cui ha venduto il Verbo sia complice dei suoi successi?
Mauro Marcialis intesse una trama romanzesca traboccante di personaggi illustri, segreti e colpi di scena. È questo il segreto del successo dell’opera dedicata ai Borgia, che ha laureato l’autore – il quale ha pubblicato, tra gli altri romanzi, Spartaco il gladiatore (Mondadori 2010) – come uno dei più interessanti scrittori italiani del romanzo di ambientazione storica. Il sigillo dei Borgia, del resto, è un romanzo nel quale ricostruzione storica e vicende private si bilanciano alla perfezione, illuminando le personalità di una famiglia particolarmente discussa e storicamente determinante. Una perla, sic et simpliciter, per gli amanti del genere. Attento e assorto, il lettore ascolterà la voce dei Borgia e apprenderà con crescente sorpresa gli intrighi dei loro giochi di potere. Marcialis inventerà per noi il loro linguaggio e grazie ad un’appassionante narrazione intessuta di monologhi riuscirà a raccontare bene le manie, le nevrosi e i difetti dei suoi personaggi, i quali, tra antichi regni, misteri storici e passioni, sullo sfondo di una Roma di grande fascino, sapranno coinvolgere il lettore fin dalla prima pagina.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER