Il tessitore di sogni

Il tessitore di sogni

“Sam Banks, uno dei miei più cari amici d’infanzia, si suicidò il 7 marzo alle 11.32 am. Evidentemente voleva andare sul sicuro, perché scelse di spararsi in testa con una Beretta calibro 9. Circa tre ore dopo, alzò la cornetta e mi telefonò”. Un po’ di sangue freddo è un mezzo quasi sicuro per non perdere la testa. Chi parla è Phil, non uno squilibrato dalla folle immaginazione. Negli USA lavorare per una grande società ed esserne come lui “motivatore” delle diverse filiali, figura di riferimento, è già una garanzia di equilibrio o quantomeno di controllo. Tutti i viaggi, tutte le sue riunioni, tutte le decisioni prendono in lui il colore di un atteggiamento studiato. Il fatto è che la routine lavorativa che ha fatto oggetto della sua quotidianità si spezza all’improvviso: l’amico inseparabile si suicida, poi gli lascia un messaggio sulla segreteria telefonica, e infine compare al buio nel suo salotto. Perché non gli lascia accendere la luce? Che aspetto ha? È poi importante?

“Morte... e altre cose della vita”, anime con i loro tormenti, ma soprattutto il viaggio di Phil verso la comprensione di sé. Fila in direzione dell’eternità, misterioso come un romanzo giallo, il sesto ebook premiato dalla quinta edizione di IoScrittore, e così scivola tra lo spazio e il tempo. Ben lontano dal distrarre con bizzarrie e pericoli, teso invece tra un quesito e l’altro, per la profondità dell’idea di Aldilà su cui si fonda. Calvi, del resto, fa fare al suo personaggio tutte le riflessioni possibili sugli avvenimenti della sua missione; e poiché niente è qui prevedibile, al protagonista si alterna presto un’altra figura, un singolare viaggiatore nel tempo. Più grigio c’è in questo “gioco, una sorta di grande caccia al tesoro”, più enigmatici sono i capitoli storici, dai giorni del Cretaceo al fronte orientale del secondo conflitto mondiale: facendo tutto supporre e poco intuire. Come deve essere. Con la sola travolgente, immortale shakespeariana certezza che “siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita”.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER