Il trio dell’arciduca

Il trio dell’arciduca
Sotto la luce dei lampioni un capannello di gente è riunito intorno a un gruppo di lamparetti, le guardie civiche di Trieste, che hanno appena ripescato dall’acqua della Riva dei Pescatori il cadavere di un annegato, in apparenza vittima di una semplice ma fatale caduta. Tra i curiosi, osserva la scena un giovane alto, atletico ma corpulento: ha un abito panna e una camicia gialla, e al collo una lavallière color tabacco. È un agente segreto dell’Impero austroungarico, che a breve sarà disgregato dalla Prima Guerra mondiale. Conosce il defunto, che si chiamava Celik Yilmaz, mercante ma anche suo informatore, e si introduce nella stanza d’albergo che aveva prenotato per cercare tra i suoi effetti personali qualche cosa che gli permetta di vederci un po’ più chiaro. Perché, a Neron Vukcic, quella morte sembra tutt’altro che accidentale…
Hans Tuzzi è uno pseudonimo: all’anagrafe l’autore, che per il suo alter ego letterario si è ispirato nientedimeno che a Musil, si chiama Adriano Bon, ed è uno scrittore milanese celebre per il suo ciclo di romanzi dedicato alle inchieste del commissario Melis. In questo avvincente romanzo, però, il protagonista è un altro, Neron Vukcic, più noto, anche lui, con un nome diverso: Nero Wolfe. Tuzzi gioca con i lettori: dà vita a una sorta di apocrifo del grande investigatore creato da Rex Stout, alle prese con quella che potrebbe essere considerata una delle sue prime indagini, se non addirittura quella con cui ha esordito sulla scena della lotta al crimine, ben lontano da New York. Inoltre, l’autore descrive l’atmosfera della Mitteleuropa agitata dai venti di guerra, dove anche l’identità della più apparentemente innocua delle massaie potrebbe in realtà nascondere quella di una spia, con un’attenzione per i dettagli talmente accurata, addirittura filologica, che non sembra solo di sfogliare delle pagine, ma proprio di vivere a inizio Novecento.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER