Inchiostro di Puglia

Inchiostro di Puglia

A Specchia c’è una specie di casa maledetta, e anche il fantasma di una antica matrona la cui storia si perde nelle dicerie di paese. Proprio gli ingredienti ideali delle notti – quelle della loro estate migliore – di due cuginetti… Ahmed è arrivato dal Marocco con suo fratello Said quando era solo un ragazzino. In mare è finito quel che restava della loro famiglia. Sono passati tanti anni ma dal suo primo giorno a Galugnano Ahmed non ha mai perduto il suo sorriso aperto e sincero, quello che “vale tutta una vitaccia. E vale tutto un paese.”… Saranno i 45° gradi all’ombra, ma in quel mercoledì 17 agosto, tre del pomeriggio, il maestro Maci ha visto qualcosa di veramente grave sui tetti vicino casa e ha chiamato i carabinieri… Dal “Paese delle Aquile”, sull’altra sponda del mare, Brindisi appare come “dispensatrice di sogni”. Il ragazzino non l’ha mai vista prima quella distesa “che nasconde abissi muti” e non gli piace. Ma suo nonno ha deciso che lui deve attraversarla… Da Bari verso Taranto nei pressi di Castellaneta c’è una spiaggia di sabbia bianca fine e poi “acqua e sole a perdita d’occhio”. È il posto ideale per tirar fuori un libro di Poesie del primo Novecento, di un uomo che “sognava ad occhi aperti”… A Bari, a volte, se resti stai male; come se andassi via, per altro. E a stento riesci a nascondere gli occhi lucidi mentre a più di quarant’anni discuti con tua madre e vai via veloce per le scale e prendi la sua macchina per uscire. Ma poi capita che in coda al semaforo incontri ‘sti due topini strafatti che hanno deciso di sfottere proprio a te oggi…

Nata quasi per caso come naturale e concreta estensione del blog letterario inchiostodipuglia ideato poco più di un anno fa da Michele Galgano, questa antologia di trentacinque racconti raccoglie le voci di autori profondamente diversi provenienti dalle più disparate esperienze. Tutti però sono accomunati da un unico intento, raccontare un pezzo di terra di Puglia. Non esiste infatti una sola Puglia ma da sud risalendo verso il Gargano alla diversificata mappa geografica corrisponde una altrettanto variegata mappa culturale e anche letteraria, considerata la diversa provenienza geografica degli autori. È una terra in cui ogni pietra, ogni tratto di mare, ogni angolo racconta una storia diversa. E la raccontano anche il sole che brucia spietato, l’afa che toglie il respiro, o i fiumi, sì anche i fiumi, che pochi conoscono. Nascono così queste piccole storie, storie di paese, storie di emozioni, persino di cibi; anzi uno dei racconti più belli nella sua semplicità (perché la bellezza si annida spesso nelle cose piccole e semplici) ha per cuore un menù. Perché in Puglia anche il cibo ha una storia da raccontare. E ancora storie di accoglienza – ci sono posti dove è innata perché l’ha insegnata la Storia -, storie di ricordi d’infanzia, che hanno sempre un sapore diverso dagli altri, dolci o aspri che siano. Frequente il desiderio di andare via, un soffocante bisogno di lasciarsi alle spalle il paese di nascita, ma solo per amarlo di più e dolorosamente da lontano, anche quando non si vorrebbe. “Perché – si legge in un racconto – per noi meridionali è così: quando ci si allontana da casa il cordone ombelicale non si spezza ma si allunga”. Il limite di Inchiostro di Puglia, se vogliamo è quello di tutte le antologie: una grande eterogeneità di scrittura che affianca piccoli gioielli a racconti non memorabili. Resta importante la lodevole iniziativa che nasce anche a sostegno delle librerie indipendenti rifiutando la grande distribuzione. Per cogliere a pieno il senso del libro è bello affidarsi alle parole dell’ideatore e curatore:” È un libro di narrativa ma anche una guida turistica un po’ speciale che farà sentire a casa chi è lontano. Guida che servirà anche per dare una visione profonda della nostra terra a chi la Puglia vuole visitarla per la prima volta”. Forza allora, saltate anche voi sul trerrote! Ecco i nomi degli scrittori coinvolti: Giuliana Altamura, Pino Aprile, Cosimo Argentina, Sabrina Barbante, Antonella Caprio, Cristina Cardone, Cristiano Carriero, Vittorio Catani, Gianluca Conte, Fernando Coratelli, Maurizio Cotrona, Nino G. D’Attis, Tommy Dibari, Omar Di Monopoli, Raffaello Ferrante, Pietro Frenta, Gabriella Genisi, Lucia Tilde Ingrosso, Elisabetta Liguori, Alessandra Macchitella, Carlo Mazza, Giuseppe Merico, Adelmo Monachese, Francesco Muzzopappa, Renato Nicassio, Raffaele Niro, Leonardo Palmisano, Giuliano Pavone, Nicky Persico, Osvaldo Piliego, Vincenzo Sardiello, Davide Simeone, Simona Toma, Alessio Viola, Cristina Zagaria, PostFazione di Nicola Lagioia.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER