Incontri

Incontri
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Una stanza dalle veneziane color verde bottiglia, una finestra che dà su una strada in cui tutte le veneziane hanno lo stesso colore. Qui, marito e moglie si versano il tè e parlano di un episodio di cronaca: un uomo che seduce e disonora bambini e giovani donne. La moglie il mattino seguente deve partire per l’istituto in cui la figlia - avuta dal primo marito - studia e vive… Johannes e Veronika vivono nella stessa casa, respirano la stessa aria, camminano uno rasente all’altra, talvolta si sfiorano. L’impercettibile spazio vuoto che fa sì che la loro unione non sia mai completa, non è riempito (solo) da un terzo incomodo, ma da una presenza che non si può vedere né sentire, ma c’è. Da un moto rotatorio, come lo chiama Johannes. Da Dio...
La coppia del primo racconto è unita da un amore morboso, coronamento di una vita in cui “tutto sembrava essere esistito affinché ora ognuno sentisse più forte la presenza dell’altro”. È nel lungo viaggio in treno - nella sua solitudine - che la sposa ricorda, sogna e desidera rivivere i momenti più furtivi e proibiti del suo passato, un vuoto che nemmeno il perfetto combaciare del suo matrimonio ha saputo riempire del tutto. Nel secondo racconto, il dialogo tra Johannes e Veronika cerca di ricreare “un modo nel quale sia possibile dissolverci interamente in quello che sono l’uno per l’altra, e non rimanere accanto ad ascoltarci come fossimo estranei…”. La realizzazione dell’amore e La tentazione della silenziosa Veronika di Robert Musil, già editi da Einaudi anni fa e ora ristampati da Kogoi sono una lettura al femminile dell’amore, dell’abnegazione dei sentimenti, dell’irrequietezza che nasce dai desideri che contrastano il sacro vincolo coniugale, del filo sottile che separa la realtà dal sogno dalla fantasia (erotica). Ultima nota, strettamente personale: nell’overdose di esordienti che stiamo vivendo, comunque la pensiate sul tema, la scelta coraggiosa di editori che ristampano autori di un tempo che fu è da ammirare e sostenere.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER