Incontri ravvicinati non autorizzati

Incontri ravvicinati non autorizzati

Per quanto sia un fenomeno molto sottovalutato, una parte assai rilevante della popolazione dei Paesi più industrializzati del mondo ritiene che gli UFO siano una realtà ma preferisce non parlarne in pubblico per timore di essere considerato in maniera quantomeno stravagante da chi si trovasse ad ascoltarlo. Un sondaggio condotto nel 2011 rivela infatti che addirittura ben il 48% del campione analizzato all’interno della popolazione degli Stati Uniti d’America crede nell’esistenza degli oggetti volanti non identificati. Questo dato viene interpretato dalla comunità scientifica internazionale come se si trattasse solo di una credenza popolare priva di fondamento, una leggenda metropolitana pura e semplice. Tuttavia è sufficiente fare qualche accertamento in privato sui documenti desecretati dai vari governi per scoprire subito che ciò non corrisponde al vero, in quanto l’esistenza degli UFO è stata accertata oltre ogni ragionevole dubbio finanche nei rapporti militari…

La pista aliena, l’ipotesi dell’esistenza degli extraterrestri, le tecnologie top secret, i segreti legati alle antiche religioni, il discredito, i depistaggi, la censura, le notizie false e tendenziose mandate in giro un po’ dappertutto con i più vari metodi dai governi e non solo per fare in modo di attirare l’attenzione del pubblico e dell’elettorato e di solleticare la curiosità e l’immaginario collettivo (molto ricettivo su questi temi: si pensi che Hillary Clinton promise in caso di vittoria durante la sfortunata campagna elettorale per la Casa Bianca del 2016 di rendere pubblici i documenti sull’argomento in possesso dell’amministrazione a stelle e strisce) in modo da distrarre le persone da altro, da problemi di più stringente attualità, gli oggetti volanti non identificati usati dal regime di Hitler e le macchine volanti di Nikola Tesla, inventore, fisico e ingegnere elettrico serbo con cittadinanza austro-ungarica ma naturalizzato statunitense vissuto tra diciannovesimo e ventesimo secolo, vegetariano, celibe, asessuale, maniaco ossessivo-compulsivo, poliglotta e sostenitore dell’eugenetica: questi e molti altri sono gli argomenti del saggio di Pizzuti, che è un ex ufficiale dell'esercito, dottore in Legge, conferenziere, scrittore, ricercatore, sceneggiatore, drammaturgo, esperto in controinformazione e che con dovizia di particolari e stile accattivante propone la sua analisi, elimina le opinioni inattendibili e fa una puntuale esegesi delle teorie maggiormente probabili sugli alieni e non solo.



0
 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER