Iniziazione alla Kinesiologia

Iniziazione alla Kinesiologia
Kinesiologia non è solo lo studio del corpo in movimento come si potrebbe pensare analizzando l’etimologia del termine. Al fine di riconsolidare l’equilibrio necessario al corpo per il conseguimento di uno stato di salute, attraverso la movimentazione delle tossine, l’annullamento dei blocchi energetici, la diminuzione della tensione e l’accrescimento delle capacità di autoguarigione proprie di ogni organismo, la kinesiologia è un metodo di terapia che permette l’integrazione di millenarie conoscenze orientali con il sistema occidentale del test muscolare. Nata dalle intuizioni del chiropratico americano George Goodheart nel 1964 che parlò inizialmente di “tecnica di massaggio di origine e di inserzione”, la kinesiologia cominciò ad attrarre l’attenzione sulla concezione di corpo umano come complesso sistema costituito da un gran numero di organi, sistemi e funzioni interconnessi tra loro.  Il test muscolare non è altro che la possibilità per il terapeuta di mettersi in connessione con il corpo del paziente per ricevere informazioni dirette. Tra i primi partecipanti ai seminari di Goodheart comincia a distinguersi per interesse e per capacità il giovane John Thie, anch’egli chiropratico, il quale si differenzia anche per la sua ferma volontà di trasmettere il più capillarmente possibile tutte le informazioni a chiunque e non solo come sosteneva Goodheart ai soli operatori professionisti. Proprio per questo nel 1973 viene pubblicato il libro Touch for Health con il quale John Thie comincia la sua opera di diffusione della kinesiologia, non solo in America, ma anche in Europa…
Ann Holdway ha assistito per la prima volta ad un incontro sulla kinesiologia nel lontano 1977, rimanendone folgorata e cominciando immediatamente a studiare Touch for Health per integrare il metodo nella sua attività di terapeuta, combattendo con tenacia l’iniziale perplessità dei suoi pazienti che la tacciavano di “stregoneria”. In vero si tratta solo di entrare in comunicazione con “l’intelligenza innata del corpo” e di restituire a ciascuno la responsabilità del proprio stato di salute, ovviamente fornendo i necessari strumenti. Questo breve manuale pratico ha il grande pregio di introdurre neofiti e non all’universo delle terapie centrate sulla persona stimolando alla conoscenza di un’arte alla portata di tutti e incuriosendo sulle capacità di ognuno di gestire e indirizzare le proprie sensazioni, aprendo una porta alla possibilità di riprendere in mano la chiave per il proprio benessere senza doversi necessariamente sentire dipendenti da interventi esterni che troppo spesso finiscono per non considerare l’unicità di ogni singolo e sopprimere le straordinarie capacità di guarigione già insite in ogni organismo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER