Jack lo Squartatore: la vera storia

Jack lo Squartatore: la vera storia
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Londra, 31 agosto 1888, 3 del mattino. Viene rinvenuto nella zona malfamata di Whitechapel il corpo di Mary Ann Nicholls, una prostituta 45enne sgozzata fin quasi alla decapitazione, con profondi squarci al ventre dai quali fuoriesce l'intestino e orribili mutilazioni agli organi genitali. E' l'inizio di un incubo che durerà fino all'8 novembre 1888, una stagione di sangue durante la quale cadranno altre 4 prostitute (anche se esistono altri omicidi di attribuzione incerta), l'assassino scriverà numerose lettere anonime alla polizia e ai giornali, e nella popolazione si diffonderà una vera e propria psicosi da serial-killer...
Chi era Jack lo Squartatore? Da più di un secolo le ipotesi (dalle più verosimili alle più fantasiose) si rincorrono e non cessano di attirare l'attenzione del pubblico di tutto il mondo, anche se da allora killer ben più spietati e longevi hanno calcato le scene. Eppure, nessuno può vantare una letteratura dedicata come quella del buon Jack, sulla cui storia fa il punto anche questo bel saggio di Paul Begg. Il riferimento nel titolo ad una "vera storia" (in originale "definitive history") può risultare fuorviante: Begg si sofferma solo sulle fasi essenziali della vicenda (del resto già nota ai più), ma in compenso traccia un ritratto lucido e dettagliato del contesto storico nel quale i delitti dello Squartatore si verificano, quasi 'maturano'. E lo fa talmente bene che l'orribile vicenda di cronaca - dovuta che sia alle macchinazioni della Corte britannica o ai vaneggiamenti sadici di un vip dell'epoca - diventa solo un'inevitabile conclusione, un bubbone da far scoppiare, un evento simbolico. L'incarnazione di un malessere sociale, della malattia di una metropoli, Londra, cresciuta troppo in fretta e senza pietà.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER