Kim

Kim

Kim ha la pelle così scurita dal sole che è facile scambiarlo per uno dei tanti ragazzini indiani che scorrazzano per le strade di Lahore. Invece lui è un bianco, anche se “il più povero dei poveri tra i bianchi”. Il suo nome completo è Kimball O’Hara, lo stesso nome di suo padre, un giovane sergente maggiore di un reggimento irlandese, che aveva sposato in India la governante della famiglia di un colonnello inglese, sua madre. Ma la donna è morta di colera e suo padre, dopo ave vissuto per un po’ da vagabondo ubriacone, è morto per colpa dell’oppio. Kim è cresciuto proprio con “la donna dell’oppio”… Di suo padre gli son rimasti solo tre documenti, che la donna gli ha cucito in un porta-amuleti che lui porta al collo. Suo padre parlava spesso di un destino che avrebbe reso Kim un uomo, una profezia confusa popolata da novecento diavoli e un toro rosso. Il ragazzino, da tutti chiamato “il piccolo amico di tutto il mondo”, spirito libero e irrequieto, ha imparato fin da piccolo a cavarsela da solo; così non ci pensa su due volte quando incontra lo strano uomo alto, abbigliato in maniera curiosa. Scoprirà che è un Lama tibetano e deciderà di seguirlo in un lungo viaggio, alla scoperta, anche, della profezia che lo riguarda…

Pubblicato inizialmente a puntate su una rivista tra il 1900 e il 1901, Kim, edito per la prima volta nel 1901, è considerato da molti il romanzo più bello e importante del premio Nobel Rudyard Kipling, anche lui – come il suo esotico protagonista – nato a Bombay da genitori inglesi. E chissà se con lui l’autore condivise anche questa strana doppia anima, quella che fa di Kim un personaggio del tutto particolare e intrigante. Il romanzo è considerato appartenente al genere picaresco ma si configura piuttosto come un romanzo di formazione ma anche di avventura, inserito com’è in una trama ricca e variopinta, intessuta con tutti colori dell’oriente, affascinante e misterioso come non mai. Paesaggi esotici, usi e costumi strani, personaggi interessanti appartenenti all’India coloniale, nel momento in cui il controllo del Punjab è nelle mani degli inglesi. Bella questa nuova edizione integrale realizzata per I classici del Battello a Vapore, corredata da un accurato apparato di notizie e curiosità, illustrato e accompagnato da icone che indicano gli argomenti: abbigliamento, ricette, storia, etc. In questo modo la lettura risulta ancora più agile e interessante per i più giovani, ma Kim resta un romanzo per ogni età, un classico dal fascino intramontabile, di quelli che più classico non si può. Non a caso nel 1998 la Modern Library lo ha inserito nella lista dei 100 migliori romanzi di lingua inglese del XX secolo, e da un sondaggio della BBC è risultato il “romanzo più amato del Regno Unito”.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER