Kurt Cobain - Quando ero un alieno

Kurt Cobain - Quando ero un alieno
Periferia di Van Nuys, California, maggio 1991. I Nirvana stanno registrando in studio con Butch Vig le canzoni di Nevermind, il loro capolavoro (e testament artistico), un album che ha cambiato la storia del rock degli anni Novanta, di cui oggi si sentono ancora gli echi. Vent’anni prima ad Aberdeen, Washington, un ragazzo di nome Kurt Cobain vive la sua adolescenza in modo travagliato fra una madre che non lo cura, una zia che gli passa i primi dischi di rock, un padre in bilico fra depressione e difficoltà a rapportarsi con il figlio. In breve tempo il padre divorzia e si risposa: il ragazzo non accetta le decisioni del genitore e diventa un alieno, dedicandosi alle sue passioni: la chitarra, la musica e il disegno. Kurt abbandona gli studi e inizia a conoscere i musicisti del suo paese. Con due di essi forma il primo nucleo dei Nirvana. Prima di trovare il definitivo batterista Dave Grohl, passeranno molti pretendenti dietro le pelli del gruppo (Aaron Burckhard, Chad Channing, Dale Clover e Dan Peters dei Mudhoney). È con l’arrivo del californiano che la band riuscirà a sfondare e a creare il proprio mito...
Il racconto della gioventù di Cobain è basato sui diari del frontman e sulle biografie più o meno ufficiali che sono uscite negli ultimi anni, in particolare quelle di Cross, Azerrad, Brannigan e True. Il tratto delle tavole è essenziale, in un bianco nero azzurro minimal, che punta tutto sulla percezione del ragazzo Cobain degli altri da sé. Il prossimo diventa un alieno nella matita di Toni Bruno e la sceneggiatura di Deninotti è perfetta per raccontare i flash di una straordinaria adolescenza di provincia che ancor oggi inquieta e pone interrogativi. Il trucco narrativo di lasciare fuori dalla storia i problemi di droga e il rapporto conflittuale con lo star system (cioè l’ultima parte della vita di Cobain) aumenta il ritmo e fa sperare per un secondo volume che completi l’opera. Introduzione di Davide Toffolo, disegnatore e frontman dei Tre Allegri Ragazzi Morti.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER