L’amore è cieco

Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Brodie ha quello che si chiama orecchio perfetto. Questo non fa di lui un musicista però lo rende un accordatore strepitoso. È meticoloso, accorto, appassionato. Nella sua borsa degli attrezzi, alcuni li ha costruiti lui stesso per fare di ogni pianoforte lo strumento perfetto. Le sue capacità sono al servizio di Ainsley Channon, titolare dell’omonima casa produttrice di pianoforti che ha nella piovosa Edimburgo di metà Ottocento la sede storica. Il titolare conosce bene lo straordinario talento anche commerciale del ragazzo e così gli propone una promozione: portare innovazione e soldi alla filiale parigina della Channon, miseramente guidata da suo figlio Cander. L’idea di un aumento di stipendio e della bella vita parigina fanno prendere a Brodie la decisione di partire: 24 anni, senza legami stabili, è l’unico di 9 fratelli che ha avuto il coraggio di lasciare la campagna scozzese dove il tirannico padre Malky tiene gli altri figli soggiogati. Nonostante determinazione e capacità, la trasferta parigina si rivela però complicata dalla dichiarata ostilità di Cander, che mal tollera la sua bravura. Così, Brodie è costretto a fare leva sulla fiducia che Ainsley ripone in lui per farsi approvare un’idea dirompente: convincere un concertista famoso a suonare con un Channon e farne un testimonial. La ricerca di un artista disposto a sposare il progetto si rivela complicata e frustrante ma finalmente Brodie riesce ad agganciare John Kilbarron, sempre accompagnato dalla sua incantevole fidanzata Lydia Blum …

Brodie Moncur è un personaggio riuscitissimo: deciso, razionale, pragmatico senza cinismo, riesce a instaurare buoni rapporti con tutti grazie a queste qualità che ne fanno un compagno e socio affidabile. È intelligente, capace e, per dirla con una parola molto in voga, resiliente. Nessuno degli altri fratelli, infatti, riesce a tenere testa al dittatore di casa, il padre Malky Moncur, pastore che riempie la chiesa commentando testi apocrifi sconosciuti e si bea tra le mura domestiche della sudditanza che impone alla sua ormai adulta prole. La bellezza del personaggio è anche nel contrasto con l’ambiente da cui proviene, gretto e abulico. Ecco, Brodie Moncur è invece un giovane scozzese che vive nel mondo bastando a sé stesso, intraprendente, autosufficiente. Finché non si innamora. Il romanzo prende definitivamente forza in quello snodo cruciale: certamente l’amore per la misteriosa russa Lika è il vettore che indirizza le scelte del protagonista ma, anche nell’essere completamente preda di quel sentimento, Brodie Moncur è decisamente, razionalmente e pragmaticamente innamorato della sua Lika. Lo seguiamo in giro per il mondo, almeno in cinque Stati diversi, mentre cerca un posto per sé e la sua amata, stringendo comunque amicizie sul posto, imparando lingue straniere, assecondando il suo talento per la musica. Brodie Moncur, schiavo d’amore, rimane sempre padrone di sé. Un contrato letterariamente ben riuscito che rende la lettura avvincente e intensa, grazie anche alla complessità della trama e degli altri personaggi unita a uno stile ritmato e coinvolgente.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER