L’amore a vent’anni

Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Giulio non ricorda più qual è stata l’ultima poesia che ha imparato a memoria prima di leggere quelle di Silvia. Probabilmente deve essere stata una di quelle che si assegnano a scuola, quasi di sicuro era un classico: Montale, Leopardi, oppure Manzoni. Quando si trattava di scegliere una poesia a piacere da studiare, lui sceglieva sempre quelle più brevi; non si rendeva conto che erano le più ostiche, le più difficili da commentare e da interpretare in sede di interrogazione. Se oggi qualcuno gli chiedesse di provare spiegare una delle brevi poesie di Silvia, forse la reazione istintiva di Giulio sarebbe quella di abbassare lo sguardo, e di fissare i suoi piedi che prendono a calci l’aria. Poi sentirebbe certamente affiorare un certo senso di colpa, dal momento che le ha lette di nascosto e senza il suo permesso, ma anche un briciolo di coinvolgimento, perché quelle poesie parlano di lui, di loro due. Silvia abita di fronte a casa sua, ma non si sono mai conosciuti in vita loro. L’ha incrociata in facoltà dopo un esame, erano andati tutti bene forse perché il professore si era fatto magnanimo col trascorrere delle ore. Quando era passata davanti a lui le aveva fatto cenno per salutarla, mentre si avvicinava le aveva detto Ciao e aveva avvertito il battito accelerato, il “galoppo del cavallino”, come lo aveva chiamato sua madre una volta. Silvia poi si era messa a parlare di tutto, dell’esame, degli occhi del professore quando le sorrideva, della sua passione per i saggi di Roland Barthes, e di mille altre cose. Silvia, la terza Silvia conosciuta in vita sua, ma la prima che a Giulio sembra possa indossare a pieno titolo quel nome…

Romano classe 1988, l’ultimo arrivato nella scuderia Tunué è Giorgio Biferali, un nome noto del giornalismo culturale italiano. Biferali ha infatti all’attivo collaborazioni con “l’Espresso”, “il Messaggero” e “il Fatto Quotidiano”, ma anche con “l’Indice dei libri del mese” e “il Tascabile”. È inoltre autore di Giorgio Manganelli. Amore, controfigura del nulla (Artemide, 2014), di A Roma con Nanni Moretti (Bompiani, 2016, scritto a quattro mani con Paolo Di Paolo) e di Italo Calvino. Lo scoiattolo della penna (La Nuova Frontiera Junior, 2017). Dopo un’attività di critico e una produzione saggistica decisamente importanti malgrado l’età ancora giovane, con L’amore a vent’anni Biferali approda alla narrativa. Il titolo è una citazione nemmeno tanto velata del film collettivo L’amour à vingt ans, in particolare dell’episodio diretto da François Truffaut: più volte nel corso del romanzo si ritornerà sui parallelismi fra Giulio e il personaggio di Antoine Doinel, perché il giovane ha dei tratti che a Silvia fanno tornare alla mente proprio il protagonista del film del 1962. L’autore attinge en passant a un immaginario fatto di videogames come Crash e Spyro e cartoon giapponesi con mostri rosa e onde energetiche, un immaginario che sarà facile apprezzare e riconoscere per chi è stato ragazzino negli anni ’90. Si rintraccia anche un certo autocompiacimento dell’autore nell’esibire la propria erudizione: quella musicale spazia da De Gregori e Tenco fino all’indie pop odierno de I Cani, passando per il rock d’annata, e un occhio attento riuscirà a intravedere fra le righe anche le sequenze di Whiplash di Damien Chazelle, film pluripremiato agli Oscar. Non c’è da aspettarsi un romanzo sentimentale come potrebbe suggerire il titolo (di certo non un romanzo sentimentale puro e semplice), perché intervengono sfumature drammatiche a dare colore alla vicenda: il tormentato rapporto di Giulio col padre, la malattia della madre, le difficoltà con Silvia, la consapevolezza di essere forse il figlio meno gradito che è arrivato in maniera improvvisa e inaspettata. Il mix che ne risulta è accattivante ed equilibrato, ottenuto attraverso una prosa piana ma ricercata, limpida e senza effetti speciali; insomma, l’ennesimo tassello di una collana che conferma una qualità media altissima e fuori dal comune per la narrativa italiana contemporanea.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER