L’occhio dell’inferno

L’occhio dell’inferno
Pannonia. Estate del 453 d.C. Un tiranno sanguinario giace nel suo letto. Quello che tutti conoscono con l’appellativo di “Flagellum Dei” sta morendo, avvelenato dalla donna che ora lo assiste al suo capezzale: Idilko, la settima moglie di Attila, al quale è andata in sposa la notte prima. Da lei dipende la sorte del mondo intero. Lei conosce il motivo che ha spinto il re a ritirare il suo esercito, rinunciando alla conquista di Roma… 17 novembre. Roma, oggi. Monsignor Vittorio Veroni, agente dei servizi segreti vaticani, ha ricevuto uno strano pacco da Josip Tarasco, un suo amico archeologo scomparso da dieci anni: contiene un teschio, sul quale è incisa una data, e un libro rilegato in pelle umana. È una richiesta d’aiuto e, quando il prelato subisce un attentato, capisce di avere solo una persona a cui rivolgersi: Painter Crowe, direttore della Sigma Force, il quale nel frattempo è in California, presso la base dell’aeronautica militare della contea di Los Angeles, ad assistere alle immagini drammatiche trasmesse dal satellite “Occhio di Dio”. La costa ovest degli Stati Uniti completamente distrutta. Sembra che la Terra sia in grave pericolo…
Storia, archeologia, scienza, religione: sono gli ingredienti con i quali James Rollins costruisce la complicata trama de L’occhio dell’inferno, nono romanzo della saga dedicata alla Sigma Force. Un action- thriller inquietante, che dosa sapientemente verità storica e finzione all’interno di una narrazione dal ritmo forsennato e costituita da molteplici richiami culturali e scientifici: le gesta di Attila e Gengis Khan; la caccia alle streghe in Ungheria; i viaggi in Oriente di San Tommaso; la più grande catastrofe ambientale causata dall’uomo, quella del lago d’Aral; l’energia quantistica; l’Occhio di Dio. Ancora una volta, dunque, Rollins non tradisce le attese, restituendo un romanzo completo e avventuroso, pane per i denti dei lettori che da anni seguono questo scrittore straordinario, diventato vero e proprio punto di riferimento della narrativa di genere.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER