L’ultimo angelo

L’ultimo angelo
Ciao! Io mi chiamo Nora, e da quando ho conosciuto Patch non so più chi sono. Da sedicenne un po’ sfigata sono diventata fidanzata di un angelo caduto, poi mi hanno rapita, portandomi via ogni ricordo, mi sono riscoperta figlia della famigerata “Mano Nera” e, infine, sua erede nella lotta finale contro gli angeli caduti. Tutto è iniziato quando ho scoperto che ogni anno, durante il mese ebraico di Cheshvan, gli angeli caduti possono possedere un nephilim (individui nati dall’unione di un angelo e di un umano) e provare emozioni e sensazioni che i loro corpi immortali abitualmente non riescono a sentire. Da qualche tempo i nephilim hanno iniziato a ribellarsi a queste forzate possessioni e hanno costituito un gruppo di ribelli, capitanati dalla famigerata e crudele “Mano Nera”, Hank Millar, il mio vero padre. Alla sua scomparsa, in quanto erede designata, sono stata costretta ad assumere il controllo dei ribelli altrimenti io e mia madre saremmo morte. Il mio piano è questo: fingere di capitanare i nephilim e di dedicarmi alla loro causa grazie all’aiuto di Scott Parnell e di Dante Materazzi, ex secondo della Mano Nera, e nel frattempo trovare con Patch una soluzione per risolvere il conflitto senza lottare. Ma mentre i miei poteri si sviluppano a dismisura, i nephilim hanno scoperto una nuova e letale arma per sconfiggere gli angeli: l’”arte diabolica”. La lotta ha inizio, ma non sono sicura di quale sia il mio schieramento. Non voglio tradire i miei amici, né combattere contro il mio grande amore. Ma la guerra che tanto temo sarà poi così sbagliata? La fine si avvicina e devo scegliere da che parte stare…
Eccoci giunti al grande finale, l’ultimo libro della fortunata quadrilogia di Becca Fitzpartick. Una saga che in poco tempo ha regalato all’autrice numerosi riconoscimenti internazionali. In questo romanzo i protagonisti Nora e Patch sono affiancati da nuovi e vecchi personaggi che contribuiscono a delineare le due fazioni rivali. Il libro che tanti lettori (o forse sarebbe più corretto dire lettrici, visto il target) aspettavano con ansia, però, delude un po’ e la prima insoddisfazione arriva proprio dai protagonisti. Da giovane determinata a salvare la sua vita e la sua grande storia d’amore, Nora diventa debole e indecisa, preda degli errori e delle sue convinzioni, egoista e pronta a mentire. Insomma, una teenager alle prese con problemi da “adulta”. D’altro canto, Patch in questo ultimo capitolo della saga scompare e diventa un uomo (o meglio angelo) zerbino, flebile ombra del ragazzo irriverente, ironico, forte e determinato che abbiamo imparato a conoscere nei precedenti libri. Tra i due, però, è sempre più amore e non mancano scene di romanticismo, compresa una lettera (bonus finale) che Patch scrive alla sua amata e che strapperà più di una lacrima. Amore e azione si alternano quindi come passi di danza che conducono il lettore verso la battaglia finale tra angeli e nephilim. La suspense è alta e i capitoli si susseguono veloci. Un libro da leggere tutto in un fiato ma che nel complesso non convince. I tanti, forse troppi, colpi di scena appesantiscono lo stile narrativo, peraltro sempre brillante e fresco, come nei precedenti romanzi. Il finale riuscirà a risollevare le sorti del romanzo? A voi la risposta!!

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER