L’ultimo scalo del Tramp Steamer

L’ultimo scalo del Tramp Steamer
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

In un freddo novembre, uno scrittore-giornalista si trova a dover partire per Helsinki di malavoglia per partecipare ad una riunione di esperti in pubblicazioni interne delle compagnie petrolifere. L’unico motivo che lo spinge a partire è la speranza di poter vedere San Pietroburgo dalla penisola di Vironniemi. Puntualmente l’occasione si presenta, il panorama è mozzafiato, ed è proprio allora che per la prima volta appare il Tramp Steamer – mercantile di scarso tonnellaggio che trasporta carichi occasionali – ferito ma fiero, sporco ma orgoglioso. Il Tramp Steamer batte bandiera honduregna, la prima sillaba del suo nome è erosa, di modo che si intravedono solo le lettere finali, “..ción”: tanto poco basta per ispirare una profonda ammirazione e simpatia. Un anno dopo, il giornalista è in Costa Rica come addetto stampa di una commissione di tecnici di Toronto ed accetta un invito per un giro in barca nella baia di Nicoya, a Punta Arenas. Ad ospitare lui ed altre persone è una coppia in crisi, che non fa nulla per nasconderlo. La situazione è alleggerita dalla seconda apparizione, improvvisa, ma quanto mai gradita – allo scrittore – del Tramp Steamer, sempre logoro ma fiero, con delle sagome indefinite osservanti dai boccaporti. Per il romanziere è infine amore: inizia a domandarsi se e quando avrà la possibilità di vedere ancora i lineamenti corrosi del mercantile...

L’amore, il viaggio e la guerra sono i tòpoi più comuni della storia della letteratura. Tutti i più grandi scrittori, poeti e romanzieri hanno, in un modo o nell’altro, affrontato uno di questi temi in almeno una delle loro opere. Ebbene, L’ultimo scalo del Tramp Steamer è anch’esso un romanzo d’amore e di viaggio, ed i protagonisti del romance sono il narratore, il capitano Jon Iturri e la bella Warna. Il lettore non pensi ad un banale triangolo amoroso, perché è totalmente fuoristrada. Mutis, colombiano naturalizzato messicano, definito da Gabriel García Márquez uno dei migliori scrittori dell’epoca contemporanea, costruisce in poche pagine una storia struggente, che ha come sfondo il piccolo Tramp Steamer, chiave di volta dell’intero romanzo. Intorno alla figura di questo mercantile mitizzato, l’autore intreccia storie d’amore che nascono e che finiscono, amicizie che si saldano e che inevitabilmente spirano. Il Tramp Steamer è, più che un luogo fisico, un luogo dell’anima ed il suo costante viaggiare – voilà il secondo topos – ed approdare in porti diversi, rappresenta per il protagonista, per Jon e per Warna un momento cruciale delle rispettive vite. L’ultimo scalo del Tramp Steamer è il terzo romanzo tradotto in italiano di Mutis, scrittore e poeta deceduto nel 2003. Ha vinto, tra i numerosi riconoscimenti nel corso della sua carriera, il premio Cervantes (2001) ed il Premio Internazionale di Trieste di Poesia (2000). La sua antologia Imprese e tribolazioni di Maqroll il Gabbiere, di cui fanno parte La neve dell’ammiraglio, Ilona arriva con la pioggia e Un bel morir, hanno ispirato De André per la famosa Smisurata preghiera.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER