L’uomo duplicato

L’uomo duplicato
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Tertuliano Máximo Alfonso, professore di storia dal nome altisonante e che lui stesso considera scomodo e inopportuno, dopo aver noleggiato una videocassetta consigliatagli dal collega e professore di matematica, torna a casa e si prepara per l’ennesima serata solitaria. Il film è una di quelle pellicole di serie B e che di certo in pochi devono aver visto. La vita di Tertuliano non è una vita felice. Divorziato, non ricorda nemmeno le ragioni per le quali si era sposato e tanto meno ha in mente quelle che lo hanno portato alla separazione. Ha una relazione complicata con Maria da Paz e una madre che ogni tanto va a trovare. Durante la notte si sveglia di soprassalto, sicuro che in casa sua ci sia qualcuno. La sensazione rimane anche dopo aver ispezionato tutte le stanze senza risultato. All’improvviso lo assale un pensiero. Accende il televisore e ricomincia a guardare la videocassetta che la sera prima aveva visionato distrattamente. Ed ecco, apparso in pochi fotogrammi, Tertuliano si trova faccia a faccia con una comparsa che non solo gli somiglia ma che, in tutto per tutto, è uguale a lui. Un autentico duplicato di sé stesso. Questa scoperta gli sconvolge la vita. Le domande che si pone sono una moltitudine. Chi è quell’attore e come mai il suo collega gli ha consigliato proprio quel film quasi sconosciuto? La ricerca diventa un’ossessione che lo spinge a scoprire l’identità della comparsa e all’inevitabile incontro con l’altro sé stesso. Tertuliano si ritrova davanti al proprio riflesso in carne e ossa e lo stesso è per António Claro, attore semisconosciuto e sposato con Helena. Da questo momento in poi la sua vita non potrà essere più la stessa, così come quella del suo duplicato. Ciò che è stato scoperto non si può dimenticare, ciò che è stato smosso con l’incontro ora comincia a rotolare…

Tertuliano Máximo Alfonso e António Claro: chi è l’originale e chi il duplicato? Ma alla fine la domanda vera non sarà poi veramente questa. Perché l’uomo duplicato, o forse sarà più giusto definirlo “l’uomo replicato”, è solo una parte del ragionamento che Tertulliano e il lettore si faranno sulla scia dei ragionamenti di José Saramago, Nobel per la Letteratura nel 1998 e scomparso nel 2010. Allora cominciamo: chi è veramente il professore di matematica? Forse una specie di deus ex machina, o un dio plebeo e matematico che già sapeva come sarebbero andate le cose? A me piace pensarlo così. Anche il mestiere dell’attore, per quanto riguarda il personaggio di António Claro, appare come una scelta strategica. Chi, tra i due doppioni, sta recitando? Tertuliano, nella sua personale tragedia greca, o António, che per mestiere si trasforma in quello che non è? E poi: cos’è veramente quel “senso comune” al quale Tertuliano avrebbe dovuto affidarsi evitando così di guardare troppo oltre e che gli avrebbe impedito di sollevare la pietra sotto la quale si trovava il formicaio? “La vecchia Cassandra aveva ragione, non avresti dovuto far entrare il cavallo di legno. Ora non c’è più niente da fare.” Questo è il senso degli ammonimenti dati a Tertuliano che spesso, anzi in continuazione, dialoga con sé stesso più che con gli altri personaggi, in un fiume di argomenti e disquisizioni legati l’uno all’altro come solo Saramago sa fare. Si passa da con ragionamento all’altro, da una situazione all’altra con la stessa fluidità con la quale scorrereste un filo di perle tra le dita. Solo che la collana pare non finire mai e, chiuso l’anello, ricominciare a scorrere. Scordatevi di fare pausa e distrarvi. Alzare la testa dal flusso di lettura vi costerebbe troppo caro e, riabbassando lo sguardo, potreste scoprire che Tertuliano e António si sono già incontrati. Del romanzo, ricordiamo infine la rielaborazione cinematografica portata sullo schermo nel 2013 dal regista Denis Villeneuve, per l’interpretazione di Jake Gyllenhaal e Isabella Rossellini.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER