La chimera di Praga

La chimera di Praga
Praga, bellezza d’ombra e di mistero. Karou attraversa le sue strade sotto la luce spettrale d’inverno, ha i capelli azzurri e l’anima solitaria, sottobraccio un album in cui ritrae il suo fantastico mondo popolato da creature metà umane metà animali, le chimere. Un’ombra irrompe alle sue spalle fasciata in un lungo mantello: non è altri che Kaz, il fidanzato di un tempo che la tradiva, non più una minaccia per lei che non ha mai paura. La sua vita si divide tra la bottega del misterioso mercante di denti Sulphurus e il liceo artistico che frequenta, due mondi sospesi uno di fianco all’altro, un’esistenza normale e l’altra passata a sbrigare pericolose missioni per conto della chimera, un mostro, la sua famiglia. Album alla mano si dirige alla lezione di disegno, l’aula è gremita di studenti, di cavalletti, l’odore è quello familiare della carta, il modello di oggi è qualcuno che conosce e non vorrebbe più rivedere, ma forse una soluzione c’è. Karou puo’ compiere piccole magie, tocca le perline della sua collana ed esprime un desiderio. Sulphurus le ha insegnato il potere dei desideri, ciascuno di loro però ha un prezzo…
Il fascino di una città, la segretezza di un amore, la crudeltà di una guerra: questi tre elementi si combinano tratteggiando i contorni di una storia epica e crudele, dove le apparenze possono ingannare, e il male non sempre si cela dietro le sembianze di un mostro. Karou significa speranza, l’unica vera magia è la speranza, quella di un’adolescente la cui esistenza nasconde molti misteri, di un amore spezzato e forse impossibile, di una millenaria guerra ultraterrena che miete morte e distruzione. Dietro il volto pallido di una ragazza e le ali di un angelo c’è ancora speranza che l’orrore finisca, oppure l’amore soccomba sotto il peso della verità. Dopo libri e racconti destinati all’infanzia, la scrittrice americana si cimenta nel genere Paranormal, dando il via a una trilogia destinata a un pubblico adolescente e adulto, nella quale non tradisce le sue qualità di narratrice: suggestive le atmosfere, i personaggi, i colori. Del resto, lei stessa ha i capelli rosa ed entrando nel suo blog ci si immerge in un mondo che sprizza creatività. Una poesia per gli occhi e il cuore, la sua penna  accarezza come la piuma strappata alle ali di un angelo, senza però risparmiare la crudeltà. Il sequel è già uscito negli Usa, chi leggerà il romanzo non dovrà pazientare a lungo col fiato sospeso. Se avete amato la saga di Fallen ne troverete una versione inedita e altrettanto epica. Anche questa in fondo è una storia di morte e risurrezione.   

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER