La città nel golfo

La città nel golfo
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 
18 settembre 1943. Rudi, studente in legge sloveno, catturato e poi sfuggito alle truppe tedesche, da Bergamo tenta di far ritorno a Trieste, occupata dai soldati, per unirsi ai partigiani sloveni operativi sulla zona del Carso. La fuga clandestina in treno però non è semplice, il rischio di finire di nuovo in mano ai soldati è altissimo. Nei pressi della stazione sfugge appena in tempo a un commando, rifugiandosi nelle campagne sopra la città. Qui viene accolto da Vida, diciottenne affascinante e pervasa dal sogno di fuggire da quelle vigne pronte per la vendemmia e da quei luoghi che la tengono come prigioniera. Nell'attesa di ricongiungersi ai suoi famigliari e poi darsi alla macchia, Rudi vive dei giorni sospesi riflettendo e aiutando gli abitanti del piccolo borgo. Tra loro c'è Majda, giovane staffetta partigiana, incaricata di farlo incontrare con il fratello e gli altri combattenti. Rudi, benché attratto dalle due ragazze così diverse ma altrettanto affascinanti, scoprirà che prima di questo “piccolo” amore umano, occorre combattere per un altro amore, più grande e fatto di ideali alti. Liberare la città dall'occupazione tedesca significa ridare un senso alla parola “Libertà” e speranza a un popolo oppresso da anni, costretto alla schiavitù e quasi cancellato dalla guerra in corso...
Con questa edizione, Bompiani dà inizio alla ripubblicazione delle opere in lingua slovena dell'autore di Necropoli. La storia di Rudi Leban compie infatti cinquant'anni e va ad aggiungersi ai molti altri affreschi sulla Resistenza pubblicati fino ad oggi. In questo romanzo la lotta partigiana non fa da sfondo e contorno ai turbamenti sentimentali di Rudi, ma vi penetra decisa, essendo vero nucleo dell’intero romanzo. L'amore per la libertà, il desiderio di riscatto di un popolo fatto di persone in carne e ossa, si fa più forte e chiaro mano a mano che l'attesa di Rudi si abbrevia. La paura del giovane di finire di nuovo in mano ai tedeschi, da freno, si trasforma in slancio e volontà di riscossa, ma soprattutto in amore per la propria città natale.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER