La colpa

La colpa
Una crociera, un tour per l’Europa con penultima tappa Istanbul, per ricucire le ferite di una grave malattia recentemente superata. Amy e Nick, una coppia londinese di mezza età, viaggiano insieme, ma a dividerli c’è la noia di un matrimonio assai poco entusiasmante. Lui, pittore, è reduce da un brutto intervento chirurgico, e la crociera è la sua convalescenza. Sulla nave incontrano Martha, un’americana 'patita' di Londra, dall’aspetto sciatto e dai modi invadenti, a tratti inopportuni. Amy gradisce poco la sua presenza forzata e avverte un senso di fastidio, così come si scopre innervosita dall’eccessiva puntigliosità del marito come turista e come uomo. Quando Nick muore improvvisamente di infarto, e Amy torna a casa prima che la vacanza abbia termine, Martha decide di seguirla, spinta da un senso di amicizia spontaneo, per quanto incomprensibile…
Elizabeth Taylor aveva già incantato con Angel, ma con La colpa (romanzo del 1976, pubblicato postumo) scandaglia, con elegante arguzia e sensibilità, il mondo interiore dei protagonisti, tratteggiandoli finemente, cesellandoli in tutte le loro grandezze e piccolezze. L’incapacità di Amy nel sentirsi riconoscente nei confronti di Martha, l’ipocrisia affettata di cui è consapevole, ma per cui non riesce a percepirsi colpevole, i formalismi sociali che avvolgono la famiglia di James (figlio di Amy), il costante tentativo di rimpiazzare chi manca con un nuovo complice, e la solitudine che si prova quando ci si trova a vivere amori finti e costruiti sulla convenzione emergono come istantanee vivide e palpabili. Amaramente ironica, schietta e dettagliata: è così la scrittura della Taylor, vicina a icone femminili come Jane Austen e Barbara Pym.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER