La luce del Nord - Aurinia la Gladiatrice

La luce del Nord - Aurinia la Gladiatrice
Auriane è la più grande guerriera della tribù dei Catti, una delle più potenti tribù del territorio germanico. Nata sotto la protezione della Dea Fria, la Madre Terra, e divenuta sposa terrena di Wodan, il Dio della Guerra, Auriane guida il suo popolo nella ribellione contro i Romani che intendono conquistare le terre al di là del Reno. Durante la battaglia del Forte delle Cinque Fonti, ultimo baluardo della difesa catta contro i Romani, dopo mesi di estenuante lotta, i guerrieri catti vengono annientati, i loro possedimenti conquistati e la maggior parte della popolazione viene condotta in schiavitù o uccisa. Auriane si risveglia prigioniera in un carro diretto a Roma, insieme ad alcuni dei suoi compagni destinati ai giochi gladiatorii per la celebrazione della vittoria dell’Imperatore Domiziano sulle tribù germaniche. Si sta allontanando da tutto il mondo finora a lei conosciuto per entrare nella bocca del lupo. Si allontana da sua figlia Avenahar, lasciata in fasce alle abili cure della Sacerdotessa Ramis, dal suo compagno e dalla sua terra. È sola con la maledizione che ha causato la sconfitta del suo popolo e con l’immagine persecutoria di suo padre, il grande condottiero Baldemar, assassinato e non ancora vendicato. Marco Arrio Giuliano, braccio destro dell’Imperatore, studioso e benefattore del popolo Romano, ha assistito non visto alla disfatta della tribù catta e, incantato da Auriane, dalla sua anima e da forza e determinazione quasi divine, rientra a Roma con il chiaro intento di salvare la ragazza da morte certa. Inizia quindi la sua personale battaglia contro l’Imperatore Domiziano, vecchio amico del giovane divenuto ormai un individuo pericoloso e assetato di potere. Insieme ad uno sparuto gruppo di senatori e potenti inizia a muovere le pedine sulla scacchiera degli eventi in modo da arrivare ad un unico inevitabile obiettivo: lo scacco matto. L’odiato Imperatore deve morire e il suo successore potrà solo riportare Roma e l’Impero a nuovo vigore. Nel frattempo Auriane, a seguito della sua prima vittoriosa battaglia nell’arena del Colosseo, diviene a furor di popolo “Aurinia la Gladiatrice”, una gazzella che sconfigge tutti i suoi avversari con grazia e agilità. Una donna capace di infervorare le folle e stupire i maestri per le sue doti innate e la sua tecnica perfetta. La sua relazione segreta con Marco e il suo desiderio di vendetta saranno per Aurinia l’unico conforto nel dolore di questo momento buio e difficile della sua vita. Riusciranno queste due anime gemelle a coronare i loro sogni?...
Donna Gillespie torna alla ribalta con il secondo capitolo della saga The Light Bearer, tradotto in Italia con La luce del Nord. Appassionata fin da piccola di storia antica e archeologia, descrive con estrema semplicità e scorrevolezza fatti storici realmente accaduti, integrandoli perfettamente con la storia dei due personaggi principali, Aurinia e Marco. Il suo romanzo storico, infatti, non è solo una descrizione puntuale e precisa della vita del primo secolo, ma anche un racconto avvincente, ricco di suspance e dal ritmo serrato. Una storia d’amore e di vendetta, di lotte e di tradimenti, di coraggio e paure che lascerà con il fiato sospeso fino alle ultime righe. Un romanzo per gli appassionati di storia, per chi preferisce le vicende amorose, per chi ama le lotte e i combattimenti all’ultimo sangue... insomma per tutti ma soprattutto per quelli che, come me, hanno sempre affermato”Che noia la storia!”. Provare per credere!

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER