La morte di Mozart

La morte di Mozart
Della fine di Wolfgang Amadeus Mozart il grande pubblico ha un'idea abbastanza stereotipata, derivata soprattutto da un film di grande successo, lo splendido e pluripremiato Amadeus di Milos Forman: tutti noi immaginiamo il sulfureo compositore morto in povertà, vittima dell'invidia dei cortigiani, forse avvelenato da Salieri, sepolto in una anonima fossa comune. Ma quanto di tutto questo è storicamente accertato, o perlomeno plausibile? Molto poco, secondo Buscaroli, forse il massimo esperto di Mozart italiano, che ripercorre l'ultimo periodo dell'esistenza terrena del compositore austriaco grazie all'analisi rigorosa di documenti coevi e lettere originali. Vengono così a galla reticenze, mistificazioni, leggende e interrogativi...
In occasione del duecentocinquantesimo anniversario della nascita di Mozart, BUR ristampa questo celebre saggio del musicologo 'eretico': trentanove anni di ricerche e studio, sei anni di elaborazione e scrittura per un libro essenziale per contribuire a tracciare con una qualche speranza di riuscita il percorso umano ed artistico di uno dei massimi geni che l'umanità abbia mai partorito.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER