La prima trilogia di Sookie Stackhouse

La prima trilogia di Sookie Stackhouse
Ventisei anni, bionda, occhi azzurri, seno abbondante. Lei è Sookie Stackhouse, fa la cameriera nel bar di Sam a Bon Temps e non capita spesso che qualcuno la inviti ad uscire. “I clienti del bar pensano semplicemente che io sia pazza (…), però da un certo punto di vista io sono disabile”: questo la ragazza dice di sé. Qual è il problema? Sookie legge nel pensiero e, beh, questa cosa non va molto a genio alla gente. D’altra parte lei ha un solo grande desiderio: incontrare un vampiro. Da quando i giapponesi hanno inventato il sangue sintetico girano tranquillamente tra gli umani e una sera ecco che finalmente uno di loro entra nel locale. Ed è davvero affascinante… Il corpo di Lafayette, il cuoco del Merlotte’s, il bar dove lavora Sookie, viene ritrovato nell’auto del detective Andy Bellefleur fuori dal locale. Ma non è l’unica sventura che capita alla ragazza. Il suo fidanzato, il vampiro Bill, le ha comunicato che son stati convocati da Eric, il vampiro capo-zona, nel suo locale a Sheverport, il Fangtasia. Lungo il tragitto Sookie viene attaccata da una strana creatura che le avvelena il sangue e si salva solo grazie a Bill, Eric e un paio di vampiri del club. Finita qua? Ma assolutamente no, il peggio deve ancora arrivare. Eric vuole che loro due vadano a Dallas per risolvere un pericoloso problema. E a lui non si può proprio dire di no… Dopo essere scampati all’attacco di un lupo mannaro Sookie e Bill si sono separati. Lui è stato convocato da Lorena, la regina della Louisiana, nonché sua creatrice, ma la vampira lo ha rapito e torturato. Stavolta tocca alla sua ragazza andare a salvarlo. Mica una cosa facile, e poi lei deve anche destreggiarsi tra mutaforma, vampiri e pretendenti vari di entrambe le razze…
Il personaggio più noto dell’americana Charlaine Harris, protagonista del ciclo fantasy The Southern Vampire Mysteries iniziato nel 2001, continua ad essere talmente amato da meritarsi una nuova edizione che accorpa i primi tre capitoli della serie: Finché non cala il buio, Morti viventi e Il club dei morti. I romanzi incentrati sulle avventure di Sookie e del suo fidanzato centenario Bill (in realtà la giovane intreccia spesso e volentieri bollenti relazioni con diversi altri personaggi appartenenti a varie specie: insomma, sicuramente non è razzista a differenza di molti suoi concittadini!) sono stati tradotti in tutto il mondo e in Italia dalla Delos Books e da Fazi per l’edizione tascabile. Sempre Delos adesso propone la prima trilogia del ciclo e fa così un bel regalo ai fan di Sookie ma soprattutto offre una bella opportunità (ad un prezzo più che accettabile, trattandosi di ben tre romanzi) a chiunque voglia avvicinarsi per la prima volta a questa eroina stramba, diventata ancora più famosa grazie alla serie tv di successo “True Blood”. Si tratta di una lettura leggerissima, scorrevole, divertente, ironica, che non lesina neppure storie romantiche e appassionate, oltre alla dominante nota dark che passa attraverso tutte le sfumature, da quelle gothic a quelle horror. Cosa desiderare di più, allora?

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER