La promessa dell’alba

Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

“Allora, ti vergogni della tua vecchia mamma?” Basta una frase a far crollare l’ostentata freddezza e “tutti gli orpelli di falsa virilità” e a ricordargli la promessa di rendere giustizia ai sacrifici che sua madre ha fatto per lui. A tredici anni ha compreso la verità, ha scoperto a quali privazioni lei si è sottoposta per farlo stare bene e tutte le aspettative nutrite nei suoi confronti. In attesa di quel futuro grandioso che mai viene messo in discussione. Dopo i fallimenti nella musica, nel canto e il divieto di dedicarsi alla pittura – troppo misera e incerta la vita del pittore –, è nella vocazione di scrittore che riversa il suo impegno. Ma scrivere non basta, occorre avere un nome d’arte degno, ed ecco che giungono i lunghi pomeriggi dedicati alla ricerca del nome adatto: Alexandre Natal? No. Armand de la Torre? No. Vasco de La Fernaye? No. E tanti altri ancora da scartare. Inoltre non deve dimenticare che un grande uomo possiede l’attitudine di conquistare molte donne e naturalmente di farle soffrire. Sua madre, figlia di un orologiaio ebreo, è stata un’attrice drammatica che non ha potuto sviluppare il proprio talento a causa delle contingenze e dopo la sua nascita gli ha dedicato ogni attenzione. Sogna che lui diventi Console Generale di Francia, Compagnon de la Libération, ufficiale della Legion d’Onore. La sua fervida immaginazione la porta a inventarsi un commercio di cappellini sfruttando il nome dello stilista francese Paul Poiret, bugia dopo bugia rimette in sesto la loro situazione finanziaria. Ed ecco che la modesta abitazione a Wilno si riempie di cibo, mobili, vestiti lussuosi, lezioni private. Ma il benessere non è sicuro e a causa di una malattia da lui contratta e dalla fortuna spesa per farlo visitare dai migliori medici, ecco che subentrano i debiti e il presente è di nuovo nebuloso…

Un violinista, un ambasciatore, un artista. Qualunque carriera porti grandezza e fama, è questo lo scopo della sua esistenza, il destino che lo attende. Non passa giorno che sua madre non gli ricordi cosa gli spetta, non si tratta di illusioni, ma di fiducia incrollabile nei suoi talenti. Sua madre che rinuncia al cibo per garantirne a lui, che fa i lavori più umili, che cede alle crisi di nervi e al turpiloquio, che lo ama alla follia e lo mette tragicamente in imbarazzo. Per lei Romain Gary è diventato davvero Console Generale di Francia, Compagnon de la Libération, ufficiale della Legion d’Onore, ma ammette “non sono riuscito a raddrizzare il mondo, a rendere la dignità e la giustizia agli uomini, ma almeno sono riuscito a non mettere su pancia”. Romain Kacew è nato a Vilnius nel 1914 è ha terminato la sua esistenza nella Parigi adorata da sua madre nel 1980. Romain Gary, Émile Ajar, Fosco Sinibaldi, Shatan Bogat sono gli alter ego con cui ha firmato le sue opere nel corso degli anni: “La creazione letteraria fu per me uno spiraglio per tentare di sfuggire all’intollerabile, un modo di esalare l’anima per restare vivi”. Dal romanzo La promessa dell’alba, pubblicato nel 1960, sono stati tratti due film. Il primo è del 1970 per la regia di uno dei capostipiti del genere noir: Jules Dassin, alla sua musa Melina Mercouri affidò il ruolo della madre di Romain, Nina Kacew. La seconda pellicola è del 2017, la parte di Nina è interpretata dalla versatile e pluripremiata Charlotte Gainsbourg. Il romanzo tratteggia con immagini vivide, ma ricche di umorismo, gli anni dall’infanzia all’età adulta: gli studi, la naturalizzazione francese, la carriera in aviazione, la guerra. Descrive con precisione una figura materna intensa, devota, capace di riversare su di lui un amore soffocante da cui a tratti ha avuto l’impulso di fuggire. L’esperienza di una vita senza padre, le difficoltà economiche, la ricerca della propria identità, l’insofferenza verso l’iniquità del mondo e l’ingiustizia sociale. “Gli uomini hanno diritto di mangiare senza condizioni”. La scrittura fluida e chiara permette al lettore la totale immersione nell’anima di un uomo che è tra i più celebri autori francesi.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER