La rivalsa delle scimmie

La rivalsa delle scimmie
Nella Hollywood del 1948 uno sceneggiatore di cui non si conosce il nome e il suo amico Bob si imbattono casualmente in un copione destinato “al forno”. Questa sceneggiatura è La rivalsa delle scimmie, colpisce così tanto la fantasia dei due amici che questi decidono di salvarla dall’oblio e di mettersi sulle tracce del suo autore, tale William Tallis. Quella che segue, dopo la storia di Tallis, è il testo integrale de La rivalsa delle scimmie, che l’autore-narratore riporta “senza correggerlo e senza nessun commento”. Alternando la voce del narratore con quella dei protagonisti prende forma la storia di un mondo post-apocalittico, all’indomani della Terza guerra mondiale, in cui un gruppo di umani si sposta in esplorazione lungo la costa della California. A capo della spedizione c’è un botanico, Alfred Poole, che si troverà a fronteggiare due minacce: un gruppo di umani ormai inselvatichiti e mutati dalle radiazioni, e le scimmie evolute che ormai governano quello che resta della civiltà umana…
Aldous Huxley era già stato interprete e anticipatore dei problemi sociali del nostro tempo con il suo romanzo Il mondo nuovo, bellissimo e troppo spesso messo in ombra da altre distopie. Qui Huxley torna a raccontare un altro mondo nuovo, in cui il male non è rappresentato dalle forme di controllo sociale e politico ma dai meccanismi di disgregazione e imbarbarimento, un sistema in cui la logica è stata soppiantata da una forma di religione arcaica e superstiziosa e il simbolo del progresso intellettuale, i libri, sono ridotti a combustibile per cuocere il pane (vi ricorda qualcosa?). La forma-sceneggiatura rende questo testo non leggibile come un romanzo tradizionale, e se non si è mai letto Huxley si consiglia di iniziare da un’altra opera. Ma ciononostante questa è senza dubbio una bella riscoperta, e va reso merito alla Gargoyle Books di aver riportato in libreria (dopo le varie edizioni Mondadori seguite alla prima del 1949 nella celebre collana “Medusa” e quella Baldini & Castoldi del 2002, entrambe con il titolo La scimmia e l’essenza, traduzione letterale dell’originale) un tassello prezioso dell’opera di uno dei più grandi autori di fantascienza del Novecento.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER