La salute sa di buono

La salute sa di buono

Siete mamme costantemente preoccupate per ciò che mangia – e soprattutto non mangia – vostro figlio? Non ce la fate più ad ascoltare i consigli di riviste, giornali e amici che sembrano sempre saperla più lunga di voi in fatto di alimentazione? Non riuscite a tollerare che vostra suocera metta becco su ogni pietanza che preparate per il frugoletto? Questo è decisamente il libro che fa per voi. Sì, perché quello che dovrebbe essere il momento più bello nella vita di una mamma e di un papà si trasforma spesso in un vero incubo; non solo per il senso di inadeguatezza che frequentemente attanaglia i neogenitori ma anche perché talvolta la mole di informazioni che ricevono anziché rassicurarli crea nuovi ed inquietanti dubbi...

Massimo Agosti, medico pediatra e neonatologo, dirige il centro di Neonatologia e Pediatria e il Dipartimento materno-infantile dell’Azienda ospedaliera e universitaria di Varese. Antonio Torchia, cuoco e chef privato a Milano, dove tiene corsi di cucina naturale e laboratori per l’infanzia, ideatore e consulente di start up alimentari. Insieme per cento ricette, rigorosamente di stagione, dedicate ai bambini dallo svezzamento fino ai sei anni di vita, per stuzzicare anche i palati più esigenti e per riscoprire l'importanza di una alimentazione corretta e bilanciata. In un’epoca in cui la maggioranza della popolazione è in sovrappeso e sono purtroppo in aumento anche i casi di obesità infantile, è fondamentale una ri-educazione attraverso poche e semplici regole che, se abbracciate sin da tenera età, garantiranno un futuro sereno e sano ai nostri figli. Abituarli ai tre pasti principali con due spuntini, variare i cibi magari rivisitando ricette della nostra tradizione culinaria introducendo alimenti di altre culture, scegliere frutta e verdura rigorosamente in base alla loro stagionalità. E – last but not least – riscoprire l'importanza della convivialità nel consumare i pasti: perché il contesto e l'ambiente in cui i nostri figli mangiano influenzeranno inevitabilmente i loro comportamenti alimentari futuri. La postfazione di Antonino Cannavacciuolo propone cinque divertenti e fantasiosi menu per festeggiare in famiglia altrettanti compleanni e chiude questa raccolta di ricette originali ma al tempo stesso facili da riprodurre.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER