La scala di Schild

La scala di Schild
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 
Cas è quasi giunta alla fine del suo viaggio e ancora qualche dubbio la assale: ombre inconsistenti ma ben presenti alla coscienza. E se gli abitanti della stazione Mimosa non desiderassero ospitarla e aiutarla a dimostrare la sua teoria? E se, contrariamente ai suoi calcoli, vi avessero trovato qualche decisiva falla? Certo lei non avrebbe dovuto trasmettersi a così lunga distanza dalla Terra, rinunciare momentaneamente al suo corpo, ridursi alle dimensioni di un piccolo insetto per adeguarsi al poco spazio su Mimosa. No, le sarebbe bastato proiettare verso Mimosa un suo surrogato e nessuno avrebbe avuto nulla da ridire. Lei sarebbe potuta rimanere sulla Terra, nel suo corpo, con i suoi amici, ad aspettare i risultati dell'esperimento. Certo, avrebbe potuto. Ma sarebbe stato giusto agire così? Sarebbe stata davvero capace di aspettare a casa i risultati? No, lei voleva esserci, voleva vivere l'intero esperimento in prima persona...
Viene qui riproposto un capolavoro della fantascienza, per quanto controverso possa essere considerato. Apparso nel 2002 e tradotto nel 2004 dal grande Riccardo Valla, questo romanzo va ben oltre il concetto di hard science fiction. Come in quasi tutte le più importanti opere di Egan, qui i veri protagonisti sono i concetti matematico-fisici più che i personaggi veri e propri. Viene qui rappresentato un futuro in cui anche l'essere umano si sta evolvendo verso la pura rappresentazione matematica di se stesso, in cui il corpo stesso è un mero accessorio, qualcosa che si può vestire e svestire a piacimento. La mente umana ha oltrepassato i suoi confini trasformandosi in un flusso di dati senziente e padroneggiando la rappresentazione quantistica della realtà. Perfino l'attività umana si è ormai orientata allo studio della struttura del cosmo e del continuum, si è fatta pura attività di ricerca matematica dirigendosi verso la scoperta di modelli matematici sempre più rispondenti all'esigenza di svelare e controllare la struttura stessa della realtà. È l'avventura dei concetti e modelli matematici che viene qui proposta al lettore, nuda e cruda, sciolta da ogni altro orpello realistico.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER