La settimana bianca

La settimana bianca
Nicolas ha dieci anni e deve partire per la settimana bianca insieme a tutta la sua classe. Qualche giorno prima, però, c’è stato un terribile incidente in cui sono morti numerosi bambini che viaggiavano in un pullman, così il padre decide di accompagnarlo in macchina. Solo quando il padre riparte dopo averlo lasciato allo chalet, Nicolas si renderà conto di avere dimenticato lo zaino nel bagagliaio dell’auto. La sua speranza (e quella degli educatori) è che il padre se ne accorga e torni indietro in tempo, ma le ore passano e il padre non si fa vedere. Questa situazione non fa che aumentare il disagio di Nicolas, che non ama dormire fuori casa. Ha paura di fare la pipì a letto ha paura che i compagni lo prendano in giro. Le notti di Nicolas sono popolate da incubi e mostri, che lui stesso alimenta leggendo di nascosto un libro che si intitola Storie spaventose. E la storia più spaventosa di tutte è che l’incubo peggiore possa diventare realtà…
Sono pochi i libri narrati “ad altezza di bambino” e però destinati a un pubblico adulto, libri capaci di raccontare così bene quanto fragile e angosciosa possa essere l’infanzia se messa nelle mani sbagliate. Nicolas dovrà fare i conti con un trauma e un dolore che lo segneranno per sempre e Carrère ha la straordinaria capacità di far crescere la tensione pagina dopo pagina. Con la lenta e siderale freddezza della neve che cade, fatti sconvolgenti si insinueranno nella quiete della località montana. La scomparsa di un bambino del luogo accenderà la fantasia di Nicolas che elaborerà terrorizzanti scenari per impressionare l’unico ragazzo che mostra interesse per lui, finché saranno proprio le fantasie di Nicolas a ricadere come una colpa incancellabile sul padre e a trasformarsi in tragica cronaca. Asciutto ed essenziale, un romanzo dove nulla è sprecato e che ci conferma lo straordinario talento di Emmanuel Carrère prima del successo di Limonov.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER