La spia inglese

La spia inglese

Gustavia, Saint Barthelélemy. Spider Barnes, uno dei migliori chef di bordo dei Caraibi, è scomparso. Un vero e proprio guaio per Reginal Ogilvy, capitano dell’Aurora, uno yacht di lusso da cinquanta metri che tra qualche giorno dovrà ospitare una persona molto importante: un componente della famiglia reale inglese. Una principessa. Per fortuna sull’isola si è da poco trasferito un uomo di cui si sa poco, di nome Colin Hernandez. Uno chef sopraffino, a quanto dicono; la persona giusta per sostituire Barnes. Ma nessuno sa che in realtà Colin Hernandez è l’uomo che ucciderà la principessa e tutte le persone a bordo. È mattina presto quando uno zodiac si allontana dallo yacht : qualche minuto dopo, un lampo di luce e un rombo assordante. Una bomba ad alto potenziale fa affondare l’Aurora. Chi può aver compiuto un gesto talmente eclatante? Uzi Navot, capo dei servizi segreti israeliani, e Graham Seymour, responsabile dell’MI6 inglese, conoscono quel nome: Eamon Quinn, ex operativo dell’IRA, responsabile di innumerevoli attentati ed esperto di esplosivi che ad un certo punto si è messo a fare il mercenario. Un terrorista pericolosissimo. Navot e Seymor sanno inoltre che c’è solo un uomo in grado di fermare Quinn. Gabriel Allon, leggenda dello spionaggio israeliano…

La spia inglese è il quindicesimo romanzo della saga di Gabriel Allon, personaggio nato dalla penna dello scrittore statunitense Daniel Silva. Spia israeliana che ha partecipato alla famigerata “Operazione Collera di Dio”, un’azione segreta intrapresa dal Mossad israeliano per assassinare i responsabili del massacro di Monaco di Baviera durante le Olimpiadi del 1972, Allon è destinato a diventare capo dei servizi segreti israeliani, “l’Ufficio”, abbandonando per sempre il campo operativo, anche perché sta aspettando due gemelli dalla seconda moglie, l’italiana Chiara Zolli. Ma c’è l’ultima missione da compiere e questa volta sarà impresa ardua portare a casa il risultato. Ecco perché Allon (che oltre ad essere un eccellente agente segreto è anche uno dei restauratori di opere d’arte più famosi al mondo) ha bisogno dell’aiuto di Cristopher Keller, ex soldato dei corpi speciali inglesi che ha fatto perdere le proprie tracce ed ex infiltrato nell’IRA che ora fa il sicario per un boss della mafia corsa. I due saranno protagonisti di una caccia all’uomo spietata e senza sosta; di una lotta contro un nemico cruento, che non si fa scrupoli a piazzare ordigni letali che falciano le esistenze di vittime innocenti. La grandezza di Silva sta dunque nel costruire un romanzo dal ritmo frenetico, che non rinuncia all’analisi psicologica dei personaggi; nel descrivere sapientemente i meccanismi del terrorismo internazione che legano IRA, terrorismo islamico e russo attraverso un filo rosso fatto di sangue e dolore; nell’aver creato un personaggio, Gabriel Allon, affascinante, dinamico, in continua evoluzione, problematico e al contempo molto profondo. Ecco perché Daniel Silva è una colonna delle spy-stories a livello globale. E con lui Allon, uno dei personaggi più riusciti nel panorama della letteratura di spionaggio. Altro che James Bond.



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER