La stanza

La stanza
Si sa, cambiare lavoro non è facile. Un nuovo ufficio, nuovi colleghi, nuove consuetudini e pratiche da imparare, un ambiente nel quale inserirsi con rispetto. E Björn non eccelle sicuramente nel farsi ben volere. Che poi, ha cambiato ufficio per sua volontà o è stato, come dire, invitato ad andarsene dal precedente incarico? Forse la sua ambizione lo aiuterà, o forse no, a dire il vero è un po’ spocchioso ed evita di “socializzare inutilmente con gli altri”. D’altra parte, reputa carinerie e affabilità altrui come palesi segnali di abuso di stupefacenti, una “gentilezza ottenuta chimicamente”. Insomma, Björn non è un tipo comune e per sfuggire ai colleghi che gli paiono quanto meno disorganizzati (permettono che le loro carte invadano la sua scrivania…ah, che maleducazione, cha affronto!), si rifugia all’interno di quella stanza abbandonata, sì, proprio quella accanto ai bagni, quella lì, ben mimetizzata... ma come, non la vedete anche voi?
Romanzo moderno ed ironico che evidenzia con una certa delicatezza la difficoltà di vivere del protagonista. Qui “la stanza” non rappresenta un atto ribelle, per uscire dalle pressioni sociali come poteva essere “la carriola” nell’omonima novella di Pirandello: qui si tratta di un personaggio inadeguato alla realtà moderna, che non ha consapevolezza del suo totale squilibrio e, pertanto, non riesce ad arginarlo. E’ un protagonista che non suscita neppure tanta simpatia, anzi: se i suoi pensieri ci fanno sorridere, a volte, è pure vero che immedesimandoci nei suoi colleghi proviamo una mix di vergogna e fastidio. Come può qualcuno restare “fuori”, di sua volontà e ritenersi perfino migliore? Non c’è altra vita nel romanzo, se non quella vissuta nell’ufficio: qui si svolge il dilemma “sono pazzo io o è pazzo il resto del mondo?”. Con la conclusione che sembrano - sembriamo - tutti manchevoli, chi non vuole adeguarsi agli altri e chi non accetta che gli altri non si vogliano adeguare.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER