La stanza dei morti

La stanza dei morti
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Dunkerque, nord della Francia. Vigo e Sylvain, informatici freschi di licenziamento, passano le notti a vergare scritte ingiuriose con le bombolette spray sui muri delle Industrie Vignys e a girovagare con la Peugeot 306 di Sylvain. Una notte maledetta, i due decidono di fare una corsa in macchina al buio tra i pali dell'energia eolica, nella zona industriale della città. La 306, lanciata a folle velocità nella notte, travolge un uomo e lo uccide sul colpo. Sconvolti, Vigo e Sylvain scoprono che il tipo aveva con sé una borsa con 2 milioni di euro in contanti: una tentazione troppo forte per due giovani disoccupati dalla coscienza elastica in una notte scura e senza testimoni in giro. Ma gli incauti non sanno che i soldi costituivano il riscatto per la piccola Mélodie, una bimba finita nelle grinfie di uno spietato maniaco omicida attratto irresistibilmente dalle bambine, e che rubandoli hanno firmato la condanna a morte della piccola. Non solo: il killer, che era in attesa del padre di Mélodie con i soldi proprio a pochi metri dal luogo dell'incidente, ora sa che i due hanno il denaro, e si mette sulle loro tracce. Mentre Lucie Henebelle, poliziotta dalla vita privata tormentata (è ragazza madre e ha un singolare talento per cacciarsi nei guai con gli uomini) e profiler a tempo perso, cerca di dipanare questa matassa apparentemente senza senso e fermare l'uccisore di bambine prima che colpisca di nuovo...
Una zona piagata da tensioni sociali ed economiche laceranti, ammorbata da una nebbia di precariato, infelicità, povertà. Gente comune. Pedine. Vittime. Perdenti. Che si illudono di avere ancora una chance, di poter prendere in corsa il treno che li conduce a un futuro scintillante di promesse, e invece corrono verso il dolore, la morte. Davvero claustrofobico e oscuro il thriller di Thilliez, ingegnere del terrore pressoché esordiente ma implacabile come un veterano nello scavare nelle segrete miserie dei suoi personaggi. Da una parte un mostro uccisore di bambine, dall'altra due ragazzi qualunque: apparentemente facile distinguere il bene e il male, ma solo apparentemente, perché la tentazione si annida dentro ciascuno di noi persone 'normali' come un cancro famelico pronto a colpire alla prima occasione. E qui l'occasione è un romanzo teso, emozionante, che in Francia ha venduto decine di migliaia di copie pur essendo pubblicato da una casa editrice piccolissima e che presto diventerà un film. Un social-thriller originale e plumbeo che inaugura alla grande la nuova stagione del noir francese.

Leggi l'intervista a Franck Thilliez

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER