La vittima sconosciuta

La vittima sconosciuta

Il piccolo yacht “Zaffiro” ha appena attraccato al porto di San Francisco. Il milionario e detective dilettante Paul Savoy ed il suo amico Amos Laufer-Hirth, altrettanto facoltoso gioielliere, sono appena rientrati in città dopo una crociera nei Mari del Sud. Ad attenderli però presso la residenza di Laufer-Hirth trovano l’ispettore Gateway, una vecchia conoscenza di Savoy. È in difficoltà con un caso: è stato rinvenuto il corpo di un uomo dentro un taxi, completamente privo di vestiti. Nessun testimone, nessuno in grado di riconoscere il corpo, nessuna pista da seguire. Unico particolare, due colpi d’arma da fuoco. Gateway è uomo d’azione, Paul Savoy un uomo di intelletto. Se Gateway vuole l’aiuto di Savoy dovrà accettare il suo metodo e con così pochi elementi a disposizione e con così tante possibilità da vagliare, l’unico modo è procedere per congetture. Come è possibile nascondere un uomo nudo in una automobile senza farsi notare? Se nessuno è stato in grado di riconoscere la vittima, è probabile che questa venisse da fuori, probabilmente da Shangai, e che non vivesse a San Francisco? E quale potrebbe essere il movente? Un gesto avventato o un omicidio finemente progettato?

La vittima sconosciuta ha come presupposto una vera e propria sfida sia per il lettore che per il suo autore. Tutto l'impianto narrativo, o meglio investigativo, ha in apparenza pochissimi spunti da cui partire e non ci sono indizi da cui iniziare una solida indagine. Gregory sviluppa quindi la storia lavorando unicamente su supposizioni ed ipotesi, su intuizioni, spesso brillanti; per voce del suo investigatore Paul Savoy, arriva persino a sostenere che più indizi ci sono più difficile è giungere allo svelamento di un mistero. Stimolante compito per il lettore sarà, dunque, proprio quello di seguire un procedimento che non può basarsi su alcun vero dato concreto. Gregory con grande sicurezza predilige l’analisi e riesce a mantenere un ritmo vivo per tutta la durata del libro, fino alla classica scena che vede tutti i sospettati riuniti in una sola stanza, tanto da rendere superflue scene di azione propriamente dette. Jackson Gregory (1882-1943) è stato un prolifico autore di romanzi western e crime novel, La vittima sconosciuta è in realtà il secondo libro con protagonista Paul Savoy, il primo, L’opale di Nonio, risale ad una pubblicazione Mondadori degli anni Trenta che sarebbe stato forse necessario ripubblicare per prima, per correttezza filologica.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER