Lasciami entrare

Lasciami entrare
Una crepa profonda ferisce l'apparente immobilità di ghiaccio e cemento dei sobborghi di Stoccolma, quartieri-dormitorio senz'anima, fossili di un'utopia architettonica fallita prima ancora di nascere: la paura. Paura di un misterioso assassino che assale, scanna e dissangua teenager e poi scompare nel nulla. La gente ignora che il feroce macellaio è l'insignificante Håkan Bengtsson, un 45enne calvo e sovrappeso con tendenze pedofile che va a caccia di sangue su commissione in cambio di grosse somme di denaro. Ma non è il denaro che interessa davvero a Bengtsson: ciò che egli vorrebbe è l'amore della bambina-vampira della quale è lo schiavo zelante, un amore che gli viene però tenacemente negato. Mentre il panico si diffonde come un'epidemia, Oskar, un solitario ragazzino delle scuole medie tartassato dal bullismo di alcuni coetanei e affascinato dalle figure dei serial killer più feroci della storia, intreccia una tenera storia d'amore platonica con Eli, una strana ragazzina sua vicina di casa che gira solo di notte ed emette un odore nauseabondo di putrefazione...
Emoziona e spaventa la nerissima favola dell'esordiente Lindqvist, cabarettista svedese di successo convertito all'horror, e lo fa con noncurante ferocia, mentre violenza e humour, denuncia sociale e perversione si susseguono senza soluzione di continuità, così necessarie l'una alle altre che Lasciami entrare ha il sound di una sinfonia di idee. Idee nuove sul vampirismo, per esempio: "Ho cercato di esplorare il tema con questa domanda in mente: Cosa accadrebbe davvero, se ci scordiamo della tradizionale mitologia vampiresca?", ha spiegato l'autore in una recente intervista. "Ho lasciato da parte quasi tutto il tradizionale armamentario, le croci, l’aglio e così via, concentrandomi su un dettaglio meno conosciuto del folklore sui vampiri: se un vampiro vuole entrare in una casa, ha bisogno di essere invitato. Da questo punto di vista, il romanzo parla anche d’amore, il titolo può anche essere letto come una raccomandazione: tieni aperta la porta. Lascia entrare l’amore o la distruzione. Ma lascia che accada". Ho visto il futuro dell'horror. Si chiama John Ajvide Lindqvist.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER