Le Cronache del ghiaccio e del fuoco - I guerrieri del ghiaccio

Le Cronache del ghiaccio e del fuoco - I guerrieri del ghiaccio

Tyrion Lannister è in fuga da Approdo del Re dopo aver assassinato il padre; con l’aiuto di Varys si è imbarcato di nascosto ed ora la piccola imbarcazione ha già varcato il Mare Stretto. Ed anche se si fida di Varys il Ragno Tessitore “al pari di una tarantola nelle mutande”, accetta l’ospitalità di alcune conoscenze dell’eunuco a Pentos, dove entra in contatto con il magistro Illyrio Mopatis grazie al quale conosce Aegon Targaryen, da tutti creduto morto grazie anche alla complicità di Varys. Nel frattempo, alla Barriera John Snow, nuovo Comandante dei Guardiani della Notte, cerca di gestire i problemi con Janos Slynt e Allister Thorne che faticano a riconoscerlo come capo e si prepara a difendere la Barriera dalle tenebre che avanzano. Daenerys Targaryen, diventata ormai regina di Meereen, preferisce rimanere nel continente orientale, accanto alla gente che ha liberato dalla schiavitù ed alla quale è affezionata, anche se questo le costerà la perdita di alcuni fra i suoi più preziosi alleati...

Pubblicato dopo una lunga attesa, I guerrieri del ghiaccio riprende le fila di alcune storie rimaste in stand by nei precedenti volumi della saga de Le cronache del ghiaccio e del fuoco. E – come ci tiene lo stesso Martin a specificare – si sviluppa parallelamente alle vicende de L’ombra della profezia. Qui ritroviamo personaggi ai quali ci siamo da tempo affezionati e di cui avevamo perso le tracce, lasciandoci alle spalle Approdo del Re e tornando su al Nord – alla Barriera ed oltre – spingendoci oltre il Mare Stretto fino alla città libera di Pentos. Per i lettori più fedeli di Martin è un sollievo conoscere le strade che hanno preso alcuni dei loro beniamini, anche se a tratti la narrazione è lenta e si perde in particolari apparentemente insignificanti, ma che probabilmente sveleranno il perché della propria esistenza nel seguito (non dimentichiamo che I guerrieri del ghiaccio, I fuochi di Valyria e La danza dei draghi costituivano un unico volume, poi solo successivamente diviso in tre parti). Insomma, l’inverno è quasi arrivato e non ci resta che continuare a leggere la saga per scoprire gli sviluppi della vicenda.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER