Le sette sorelle

Le sette sorelle

Su un promontorio in riva al lago di Ginevra si erge il favoloso castello di Atlantis, dimora di un uomo e di sette fanciulle da lui adottate da ogni parte del mondo. Da Pa’ Salt, di cui si apprende tristemente la notizia della morte, le ragazze hanno ereditato affetto, sogni e i nomi delle Pleiadi, la costellazione preferita del padre. Maia, la “primogenita” e la più antica tra le stelle, è la prima a sapere della notizia e a diffonderla, non senza dolore, alle sorelle per ritrovarsi tutte nella casa di appartenenza. Qui ricevono l’eredità del padre: una sfera armillare con incise delle coordinate che le porterà alla scoperta delle proprie origini. La prima a reagire è Maia, che si farà condurre fino in Brasile, suo paese d’origine, dove condurrà un duplice viaggio. Il primo nel Brasile moderno, il secondo in quello del passato, tramite la scoperta di alcune lettere appartenute alla sua bisnonna…

Come da titolo, questo è il primo di sette libri che andranno a comporre una saga che porterà avanti la storia di altrettante sorelle. Anche se a dire il vero al momento la settima, Merope, è avvolta dal mistero: la scrittrice ci rivela che Pa’Salt non è stato in grado di trovarla. Bisognerà quindi attendere lo svolgimento futuro della trama per scoprirne di più. Questo libro prende invece in esame la vita di Maia, non trascurando comunque quella delle altre per aiutare il lettore a prendere confidenza con la numerosa famiglia. Accerchiate da altri personaggi altrettanto approfonditi, le sorelle sono senz’altro il fulcro del libro, non solo perché alimentano la trama, ma perché rendono possibile con i loro nomi un approfondimento mitologico che stimola e diverte. Alla mitologia qui si accompagna uno sfondo realistico che viene riesumato dal passato di Maia: ne viene fuori un Brasile anni ’30 voglioso di affacciarsi sul mondo dell’industrializzazione e altrettanto bigotto dal punto di vista dei costumi. Una curiosità: nel libro leggiamo la storia della costruzione della statua del Cristo Redentore che si staglia su Rio de Janeiro.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER