L'isola

L'isola
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Un giovane, figlio di poverissimi pescatori, viene assegnato come guardiano del faro ad una remota isola chiamata Ameland, spazzata da un vento senza sosta e raggiungibile solo con l'alta marea. Sull'isola vive una comunità molto chiusa e diffidente, che da subito taglia tutti i rapporti con il ragazzo per impedirgli di molestare le donne del luogo. Solo una abitante dell'isola stringe amicizia col ragazzo: è Mareika, figlia del precedente guardiano del faro, apparentemente suicidatosi per la disperazione. I due intrecciano una relazione, e quando dopo qualche tempo Mareika rimane incinta, decidono di tornare sulla terraferma. Ma una serie infinita di contrattempi bloccano la loro partenza, finché non appare chiaro che gli abitanti dell'isola non permetteranno mai che i due vadano via. Da Ameland si può solo tentare di fuggire...
Questo gioiellino inatteso porta con sé il profumo antico delle avventure di mare, dei misteri, di un ritrovato gusto per la meraviglia. Una sorta di sintesi felice tra noir, diario di viaggio e romanzo d'appendice, capace di suscitare nel lettore un senso di insopprimibile angoscia sin dalle prime pagine. Metafora politica (Ameland rappresenterebbe il Cile degli anni bui di Pinochet) e/o esistenziale, L'isola è un libro potente ed emozionante, e in patria si è aggiudicato il Premio Las Dos Orillas nel 2003.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER