Lo scarabeo di Wittgenstein

Lo scarabeo di Wittgenstein
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 
Una raccolta di 26 esperimenti mentali – cioè teorie che a partire da condizioni di partenza date predicono conseguenze specifiche, tutto nella mente dello scienziato e non in laboratorio o sul campo - dei quali alcuni sono alla base della Scienza moderna. Da Maxwell a Darwin, da Platone a Galileo, da Hume a Poincaré, da Lucrezio a Newton, da Olbers a Einstein, da Wittgenstein a Zenone la storia di una tecnica molto potente – sebbene ancora in parte misteriosa – utilizzata da grandi pensatori, filosofi e scienziati da migliaia di anni...
Galileo, Cartesio o Leibniz quando hanno elaborato brillanti teorie sul moto e l'urto dei corpi non gettavano palline e pesi a destra e manca, ma semplicemente immaginavano le conseguenze di un atto a sua volta immaginato. Einstein non effettuava misurazioni su ascensori in movimento, né Schrödinger metteva davvero gatti in scatola: facevano tutti esperimenti mentali. Una tecnica di deduzione antichissima, che ha gettato le basi di gran parte della Fisica moderna. Una contraddizione? Un peccato originale vergognoso per la più empirica delle scienze? Martin Cohen, direttore della rivista The Philosopher, ci spiega perché non è così  con un dizionario che dalla A di Alice nel Paese delle meraviglie alla Z di Zenone ci guida attraverso un galleria di brillanti esperimenti mentali raccontati e spiegati con chiarezza, ironia, humour – e con l'ausilio di deliziose illustrazioni vintage. Brillante.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER