L'ombra

L'ombra
Leonardo è un ragazzino con un dono particolare: riesce a vedere i fantasmi e a comunicare con loro. Si tratta di personaggi illustri, con delle storie affascinanti alle spalle, che terrorizzano Venezia, la città in cui vive Leonardo insieme al suo segreto. Ma il ragazzino non è il solo a beneficiare di questo dono, anche se in realtà non ne è a conoscenza. C’è un’altra ragazza, di famiglia benestante, che condivide con lui questa capacità, con aspetti positivi e negativi: Løra. Questi fantasmi non sono altro che l’immagine dell’umanità: parlano come gli uomini, ne provano gli stessi sentimenti e le stesse sensazioni, vivono di emozioni, cercando di recuperare ciò che in vita non sono riusciti a fare. Tra i canali di Venezia Leonardo dovrà combattere una vera guerra contro un essere cattivo, la Mente Nera, e per farlo si affiderà all’aiuto dei suoi amici fantasmi, in un vero combattimento contro il male. I personaggi percorreranno luoghi spaventosi, la cosiddetta Terra Tomba, in cui i trapassati diventano demoni…
L’Ombra è un’avventura filosofica tra i fantasmi di Venezia scritta da Francesca Sarah Toich, autrice di racconti e testi teatrali. Una storia che in superficie potrebbe sembrare esclusivamente per ragazzi, ma che in realtà diventa coinvolgente e interessante anche per gli adulti. Protagonisti assoluti dei personaggi che l’iconografia classica ha sempre relegato in accezioni assolutamente negative: i fantasmi. Stavolta, però, i fantasmi non spaventano nessuno, nemmeno i bambini, con i quali, probabilmente per la loro ingenuità e purezza, creano dei rapporti di amicizia e perché no di collaborazione. Sono dei fantasmi moderni, personaggi anche storici, che l’autrice dipinge in maniera perfetta, uscendo fuori dai canoni che li vogliono destinati a un tempo e un luogo lontani. I fantasmi di Leonardo, protagonista assoluto, sono estremamente attuali e pur essendo vissuti in epoche lontane sono calati nella dimensione contemporanea, sia per quanto riguarda il linguaggio con il quale comunicano, sia per quanto riguarda, in primis, il rapporto con la tecnologia e con l’evoluzione del mondo. Allo stesso tempo sono dei personaggi particolarmente umani, non solo nell’aspetto, ma anche nei sentimenti. Altro elemento interessante è l’ambientazione: una Venezia che, con i suoi canali, le paludi e l’atmosfera umida e oscura, si presta perfettamente al racconto. Una Venezia che conosciamo da un punto di vista diverso dal solito, lungi dall’essere esclusivamente luogo romantico, ma terra piena di segreti e anfratti sconosciuti. L’Ombra è, se vogliamo, una storia di amicizia, un’amicizia particolare, quella tra un umano e dei fantasmi. Fantasmi probabilmente più umani degli stessi umani.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER